Home Notizie Innovazione Dishcovery: l’app che aiuta i ristoranti nella Fase 2

Dishcovery: l’app che aiuta i ristoranti nella Fase 2

dishcovery, norme igieniche, menù digitali

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

In attesa del ritorno alla normalità per il comparto Horeca Dishcovery, startup bolognese, già ideatrice dell’iniziativa “Io Sto con I Ristoratori” e attiva nella digitalizzazione dei menu, lancia un’importante novità.

Dopo dopo aver registrato un totale di mezzo milione di utenti, Dishcoveru offre ora la possibilità di ordinare ed effettuare il pagamento tramite smartphone per evitare così qualsiasi contatto tra clienti e operatori.

Da segnalare anche la collaborazione stretta con le piattaforme Bakeka.it oltre che con Consengaacasa.org che iha inserito nel proprio sito la possibilità di inserire la propria attività e collegare direttamente il proprio menù/listino/catalogo a Dishcovery.

“Si parla già da giorni – afferma Giuliano Vita, co-fondatore e CEO del fatto che le norme igieniche della fase due prevedranno l’utilizzo di menù cartacei usa e getta, poco gestibili e sostenibili, oppure in alternativa l’utilizzo dei menù digitali. Dishocovery è oggi più che mai uno strumento fondamentale per chi ha deciso di tornare a lavoro aprendo il proprio locale con la fase 2. Il menù digitale permette di poter evitare l’utilizzo del più classico menù cartaceo, permettendo così ai clienti e al personale di sala di ridurre al minimo i contatti. L’integrazione con PayPal e Saitispyay permetterà inoltre di pagare in tempo reale, in piena sicurezza e nel rispetto delle norme igieniche.”

“La fase due voluta dal Consiglio dei Ministri – dice Marco Simonini, co-fondatore e CMOoffre la possibilità a migliaia di attività di ristorazione di poter riaprire in sicurezza anche solo nella modalità take away e, grazie a Dishcovery tutto ciò è facile, veloce e a portata di clic. Per i ristoranti è sufficiente condividere sui social network nonché sui maggiori siti di recensioni online il link fornito da Dishcovery per iniziare a ricevere gratuitamente le ordinazioni da tutti coloro che sono a casa e consegnare direttamente i piatti in modalità take away o delivery.”

Dishcovey è una startup nata a Bologna nel 2018 attiva nel settore horeca, che offre agli operatori del settore la digitalizzazione e traduzione multilingua dei propri menu. Il team è formato da professionisti del settore agro-alimentare, informatico e delle mondo delle traduzioni.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    5/5 (4)

    Lascia una valutazione

    Condividi su: