Home Indagini e Ricerche Vino: crescono i consumi in Italia. In 5 anni + 8%

Vino: crescono i consumi in Italia. In 5 anni + 8%

0
vino

Aumentano i consumi di vino degli italiani negli ultimi cinque anni. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati dell’Oiv, Organizzazione internazionale della vigna e del vino, diffusa in occasione dell’incontro su “Mercati del vino e innovazioni in vigna” promosso a Palazzo Rospigliosi a Roma dal Comitato di supporto alle politiche di mercato del vino della Coldiretti.
Secondo i dati diffusi in questi giorni, l’Italia, con 22,6 milioni di ettolitri nel 2017 registra un aumento dell’8% e si colloca al terzo posto tra i maggiori paesi consumatori, dietro a Stati Uniti con 32,7 milioni ed una crescita del 5,7% nel quinquennio e Francia con 27 milioni, che pero fa registrare un calo del 2,8% nel periodo considerato.
Il trend di crescita è secondo solo alla Cina, che fa registrare un aumento dell’8,2% con un consumo di 17,9 milioni di ettolitri, dietro alla Germania con 20,1 milioni, ma con andamento stagnante (-1,3%) nello stesso periodo.
A livello globale i consumi di vino hanno raggiunto i 244 milioni di ettolitri nel 2017 con un aumento complessivo del 2% in un anno.
La produzione mondiale nel 2018 si stima in 279 milioni di ettolitri, con un aumento del 13% rispetto al 2017 che era stato segnato da condizioni climatiche difficili di cui hanno risentito le produzioni di molti paesi.
Secondo Coldiretti stiamo assistendo a una rivoluzione sulle tavole degli italiani, perché il consumo di vino si abbina a un nuovo stile di vita sempre più in voga, il cosiddetto “slow“: attenzione all’equilibrio psico-fisico, da contrapporre all’assunzione sregolata di alcol.
Lo dimostrano il boom dei corsi per sommelier, ma anche il numero crescente di giovani ci tiene a essere informato sulle caratteristiche dei vini e cresce tra le nuove generazioni la cultura della degustazione consapevole, con la proliferazione di wine bar e un vero boom dell’enoturismo, che oggi genera un indotto turistico di quasi 3 miliardi di euro all’anno e ha conquistato nell’ultima manovra il suo primo storico quadro normativo.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here