Home Eventi Spumantitalia: Pescara dedica un evento agli spumanti d’Italia

Spumantitalia: Pescara dedica un evento agli spumanti d’Italia

spumantialia

Arriva il prossimo 18 e 19 gennaio 2019 Spumantitalia evento organizzato dal Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo e Bubble’s Italia.

Una kermesse che propone come un momento di riflessione articolato in incontri e dibattiti sullo stato dell’arte degli Spumanti Metodo Classico e Metodo Italiano (Martinotti) e sui vini effervescenti prodotti con metodo ancestrale.
La scelta della città di Pescara è per avvicinarsi ad un territorio affacciatosi abbastanza recentemente al mondo spumantistico.
L’obiettivo di SpumantItalia è quello di diventare un evento con cadenza annuale, occasione di incontro e confronto per aziende e membri del settore, che avranno la possibilità di scambiare idee e opinioni sullo stato attuale del settore e con proposte innovative, progetti per il futuro come per esempio “I Dormienti”, prodotti sperimentali non ancora sul mercato di cui si parlerà durante questa prima edizione.

Durante la due giorni anche alcuni momenti di approfondimento, ciascuno con una problematica di riferimento. Dal marketing ai metodi produttivi, passando attraverso i territori e il linguaggio dello spumante.
Spumantitalia vuole creare attenzione su tutto il loro mondo attraverso conferenze, simposi e tavole rotonde che tratteranno i temi principali, fungendo da punto di contatto per un flusso di esperienze, sperimentazioni tecniche e aree scientifiche.
Si parte venerdì 18 gennaio alle ore 10,30 sul tema: “Si può parlare di un sistema spumantistico nazionale/italiano? Quale strategia globale e comunicativa è necessaria per parlare di metodo italiano oppure di metodo tradizionale?”.
A seguire temi sul mercato, dibattiti sulla promozione, tavoli sui canali di mercato, sul rapporto valore-origine e valore-mercato, sul valore aggiunto della denominazione, sulle azioni per ogni consumatore, sulle variabili da paese e paese, quale  canale commerciale per quale tipologia di bollicine.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: