Home Notizie Attualità Sempre più dura la lotta all’obesità infantile nel Regno Unito

Sempre più dura la lotta all’obesità infantile nel Regno Unito

obesità infantile

Continua la guerra all’obesità infantile nel Regno Unito, con un obiettivo tanto lungimirante quanto ambizioso, quello cioè di dimezzare il numero dei bambini obesi entro il 2030.
A tal fine sono state approvate una serie di misure per contrastare il consumo di junk food, il così detto “cibo spazzatura”, tendenzialmente preconfezionato di scarso valore nutritivo e alto contenuto calorico (merendine, snack, dolciumi).
Tra questi nuovi provvedimenti, la scelta di eliminare dalle casse dei supermercati tutte le merendine ad alto contenuto calorico con l’obiettivo di ridare ai genitori l’ultima parola nella scelta del cibo, evitando che questo tipo di prodotti si presentino facilmente a portata di bambino.
Secondo le cifre ufficiali diffuse oggi dal Governo britannico, un bambino su tre nel Regno Unito è obeso, il che rende il Paese quello con il più alto numero di bambini sovrappeso in Europa.
Ma i provvedimenti non riguardano solo le casse dei supermercati, ma anche restrizioni severe sulla pubblicità dei prodotti in tv e sul web; inoltre, il governo vuole lavorare con le scuole elementari e materne per coinvolgere i bambini ogni giorno in 15 minuti di corsa.
Le decisioni britanniche potrebbero essere di spunto per riaprire il dibattito su questo tema anche nel nostro Paese; anche in Italia, infatti, l’obesità infantile rappresenta un problema

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: