Home Notizie Salute Pubblicato il 9° Rapporto sull’obesità in Italia: l’importanza della dieta mediterranea

Pubblicato il 9° Rapporto sull’obesità in Italia: l’importanza della dieta mediterranea

Il 9° rapporto sull'obesità in Italia mostra un tasso inferiore rispetto agli altri Paesi europei, complice la dieta mediterranea.

L’Istituto Auxologico Italiano ha pubblicato di recente la nona edizione del Rapporto sull’obesità in Italia, quantificando il la connessione fra italiani e alimentazione.

In Italia l’obesità si attesta attorno all’11%, un numero nettamente inferiore rispetto alle cifre di altri Paesi europei. In Francia ad esempio siamo sui 15,4% e in Spagna si sfiorano i 17 punti percentuali.

Il merito dei dati non dipende da una maggiore attività fisica, in quanto solo il 20% degli italiani ne pratica in maniera soddisfacente, ma deriva senza dubbio dai vantaggi della dieta mediterranea e dal consumo moderato di alcolici, assunti principalmente durante i pasti.

Secondo il rapporto, c’è una grossa differenza tra uomini e donne, con una forte incidenza dell’obesità maschile: 6 uomini su 10 presentano un eccesso di peso, a fronte di 4 donne su 10. Il picco si osserva tra i 65 e i 74 anni, ma per gli uomini va male già dopo i 35 anni, quando il 50% presenta un eccesso ponderale; per le donne ciò si verifica solo dopo i 65 anni.

Per bambini e adolescenti la situazione peggiora. Nei Paesi dell’UE quasi un bambino su otto è obeso. I più alti tassi di obesità vengono registrati in Italia, Cipro, Grecia, Malta e Spagna. L’OMS ha segnalato come la condizione di sovrappeso nei ragazzi tende a permanere in età adulta e come l’obesità e il sovrappeso vadano correlati, nella maggior parte dei casi, a problemi psico-sociali che sono conseguenze di queste condizioni ma tante volte anche cause, e non contribuiscono a una crescita serena.

Secondo il rapporto, a causa dell’obesità si perdono 2,7 anni di aspettativa di vita. Al Nord e Centro l’incidenza dell’obesità raggiunge i 10 punti percentuali, che salgono a 11,4% al Nord-Est e Isole per toccare la punta di 12,4% al Sud.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: