Home Notizie Attualità Patata di Bologna DOP: nuova presidenza e cda per il Consorzio

Patata di Bologna DOP: nuova presidenza e cda per il Consorzio

Da sinistra: Davide Martelli, Alberto Zambon, Riccardo Carafoli

Dopo oltre 10 anni ai vertici del Consorzio, Alberto Zambon lascia la presidenza a favore di Davide Martelli, della Cooperativa PATFRUT. A seguito della Assemblea dei soci del Consorzio di Tutela della Patata di Bologna D.O.P. che si è svolta lo scorso giovedì 21 febbraio 2019, è stato anche rinnovato il Cda con le seguenti nuove cariche: Vice-Presidente Riccardo Carafoli, conferente della Cooperativa Agripat e nel ruolo di consiglieri tra i rappresentanti dei produttori: Curzio Firenzuola (Coop. APOFRUIT ITALIA), Dovesi Massimo (Coop. AGRIPAT), Cavrini Marco (Coop. PATFRUT), Anna Rita Muzzarelli (Az. Agr. Socie dirette del consorzio). Eletti anche i consiglieri tra la categoria dei confezionatori, Monia Parma (Ortofrutticola PARMA), Marchesi Andrea (Pizzoli S.p.A.), Davide Pasini (Coop. PATFRUT).

Zambon lascia la Presidenza dopo oltre 10 anni di gestione e di fondamentali traguardi per il Consorzio, tra cui la “Tutela” ottenuta a fine 2016.

Sono stati anni importanti per il Consorzio – afferma Zambon, presidente uscente – che ci hanno visto impegnati a favore della pataticoltura bolognese. Un duro e paziente percorso che ha avvicinato agricoltori ed istituzioni, verso la salvaguardia e la promozione del nostro saper fare. Tanti gli investimenti e le attività di promozione della marca che hanno sostenuto ed implementato la notorietà della Patata di Bologna, garantendo la qualità e sostenendo lo stretto legame fra produttori, territorio, gusto e tradizione.” Conclude ringraziando tutti per l’impegno e tempo che hanno messo a disposizione del Consorzio e augurando buon lavoro al nuovo CdA.

La gestione uscente – interviene Davide Martelli, nuovo Presidente eletto – ha raggiunto i traguardi quantitativi prima del previsto ed oggi la Patata di Bologna è un prodotto riconosciuto ed apprezzato dal consumatore quale eccellenza qualitativa del nostro territorio bolognese. Ma i nostri obiettivi futuri sono ambiziosi sia in termini produttivi che qualitativi e per raggiungerli sarà richiesto il massimo coinvolgimento ed impegno da parte di tutti i nostri soci. La patata di Bologna D.O.P. è un prodotto frutto della tradizione agricola, di areali vocati, sapienza produttiva, innovazione e qualità, non solo di prodotto ma anche di servizio offerto ai nostri partner commerciali, e su questo lavoreremo per un futuro di successo!”.

Da sinistra: Davide Martelli, Alberto Zambon, Riccardo Carafoli

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: