Home Aziende Pasta di Camerino punta ai mercati spagnolo e brasiliano

Pasta di Camerino punta ai mercati spagnolo e brasiliano

0
la pasta di camerino

Continua l’espansione di Pasta di Camerino. L’azienda della famiglia Maccari, marchio principale di Entroterra Spa, allarga i suoi orizzonti e guarda all’estero con sempre maggiore convinzione. Dopo Germania e Stati Uniti, Pasta di Camerino arriva anche in Spagna e Brasile.
L’azienda Maccari vanta 68 dipendenti e un fatturato di 18 milioni di euro. Sul mercato nazionale è tra le leader per la pasta all’uovo e di semola ed ha cominciato anche la distribuzione della pasta Hammurabi.
Il brand, ben conosciuto in Italia, sta conoscendo un momento di grande espansione nei mercati esteri. L’azienda è già presente in Belgio, Olanda e Polonia. In Brasile farà da traino la grande quantità di italiani presenti. “Il mercato della pasta all’uovo e della pasta in generale ha un trend decrescente negli ultimi anni per diversi motivi – dice Maccari – e quindi anche se ci posizioniamo in un segmento premium che riconosce la qualità e apprezza la tracciabilità delle materie prime e la garanzia che siano italiane, elemento che ci distingue da ogni altro competitor, tuttavia è necessario guardare anche a mercati finora inesplorati. Le risposte sono buone e siamo lieti di annunciare questi accordi ai quali contiamo ne seguano altri già nei primi mesi del 2019“.

Anche Hammurabi, il nuovo prodotto di Pasta di Camerino realizzato con grano monococco macinato a pietra, alimento dall’altissimo contenuto di proteine (20%), fibre, fosforo, ferro e magnesio è destinata ad una diffusione all’estero.

Clicca qui e leggi di più su Hammurabi di Pasta di Camerino

Apprezzata fin dai tempi della Mesopotamia per le sue proprietà nutrizionali – spiega Maccari – Pasta di Camerino è destinata ad avere un respiro internazionale perché in alcuni paesi la cultura del benessere e del mangiare sano oltre che del made in Italy, sono molto apprezzati“.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here