Home Eventi Oleificio Zucchi racconta l’innovazione al VI Forum Food & Made in Italy
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Oleificio Zucchi racconta l’innovazione al VI Forum Food & Made in Italy

0
Oleificio Zucchi

Oleificio Zucchi, leader nella produzione di oli da oliva e di semi, sarà fra i protagonisti del VI Forum Food & Made in Italy, il 22 novembre a Milano.
Organizzato da 24ORE Eventi in collaborazione con Il Sole 24 Ore, l’evento vede il confronto tra le più importante aziende del settore Food e le istituzioni sui temi di sviluppo, sostenibilità e innovazione in un comparto dal crescente valore aggiunto per il Sistema Italia.

Giovanni Zucchi, Vice Presidente di Oleificio Zucchi, interverrà dunque con altri relatori di rilievo (Elisabetta Falchi, Vice Presidente nazionale Confagricoltura, Massimo Salvagnin, imprenditore Porto Felloni, Secondo Scanavino, Presidente nazionale Confederazione Italiana Agricoltori) nella tavola rotonda “Le nuove frontiere dell’Agricoltura 4.0”, alle ore 12.20, in cui racconterà come l’innovazione digitale abbia reso possibile la realizzazione di un progetto ambizioso: la certificazione di sostenibilità e la completa tracciabilità per l’intera filiera dell’olio extra vergine da olive.

Lo sviluppo di un portale dedicato ha, infatti, reso possibile la raccolta e la gestione di una grande mole di dati relativi alla filiera italiana di produzione dell’EVO Zucchi, da parte tutti gli operatori (4 Unioni Nazionali, 5 Organizzazioni Provinciali di olivicoltori, 5 frantoi, 64 aziende agricole e lo stesso Oleificio Zucchi), permettendo di verificare il rispetto dei 150 requisiti richiesti dal disciplinare di produzione (DTP125) e necessari alla certificazione da parte di CSQA.
Quest’anno, il progetto è stato esteso a livello europeo, principalmente alle filiere di produzione spagnole e greche, permettendo di certificare anche la filiera dell’olio extra vergine Sostenibile dell’Unione Europea.

“La filiera olivicola e olearia italiana è molto complessa ed estremamente frammentata, con tanti produttori e molti passaggi tra campo e bottiglia. Questo rende difficile tracciare il prodotto, creando una grossa frattura tra il mondo proposto al consumatore e quanto invece succede in campo”. – spiega Giovanni Zucchi – “Per raggiungere l’obiettivo della Certificazione di Sostenibilità, è subito emersa chiaramente la necessità di uno strumento che permettesse la raccolta di dati e il dialogo in tempo reale con ogni singolo operatore della catena di produzione, in modo da creare omogeneità a livello di filiera”.

L’applicazione di tecnologie digitali ha reso possibile la realizzazione di questo nuovo modo di fare filiera, che crea maggiore efficienza e permette a Oleificio Zucchi di distribuire maggior valore agli agricoltori, di garantire relazioni più stabili con i fornitori, di creare nuove collaborazioni B2B, e di portare sul mercato un prodotto che si distingue per qualità e sostenibilità.
Il digitale, inoltre, contribuisce anche a rendere più trasparente la comunicazione con il consumatore finale che, attraverso il QRcode sulla bottiglia del prodotto, può conoscere tutte le informazioni relative all’olio extra vergine che ha acquistato e al suo percorso, i suoi impatti ambientali, ma anche sociali ed economici e molti aspetti nutrizionali.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here