Home Alimenti & Ingredienti Carne, Salumi e insaccati Marco D’Oggiono Prosciutti dedica una box speciale alla festa della Gibiana

Marco D’Oggiono Prosciutti dedica una box speciale alla festa della Gibiana

La tradizione popolare, specialmente in Brianza, è solita associare la fine del mese di gennaio alla celebrazione della Gibiana, figura leggendaria accostata all’esigenza di lasciarsi alle spalle gli eventi negativi che hanno caratterizzato l’anno appena concluso.

La Gibiana, generalmente rappresentata dal fantoccio di una strega dalle brutte sembianze, viene fatta bruciare all’interno di un grande falò l’ultimo giovedì di gennaio, insieme metaforicamente a tutti i cattivi pensieri, con la speranza che porti buon auspicio per il futuro.

Marco D’Oggiono Prosciutti (www.marcodoggiono.com) – azienda storica e famigliare ad Oggiono, in provincia di Lecco, che con passione ed esperienza produce prosciutti ed è rinomata per il suo prosciutto crudo dolce e buono – è sempre attenta alle usanze del proprio territorio e ogni anno organizza eventi speciali per celebrare questa particolare festa. Quest’anno, la tradizione verrà proseguita in modo ancora più particolare e scegliendo di portare la Gibiana direttamente nelle case di chi vuole festeggiarla oggi 28 gennaio.

A tal proposito, è nata la BOX esclusiva, realizzata in collaborazione con il ristorante Osteria Manzoni (https://www.osteriamanzoni.it), che comprende al suo interno tutto l’occorrente per tramandare al meglio questa tradizione brianzola.

Il BOX contiene un kit con la ricetta e gli ingredienti per due persone per cucinare un piatto assolutamente caratteristico: il risotto dell’Osteria Manzoni con riso baldo riserva Testa, mantecato con zafferano e con le polpette di Burola di Marco D’Oggiono Prosciutti.

In aggiunta al kit per preparare il risotto, il BOX comprende una ricercata degustazione di Marco D’Oggiono Prosciutti per iniziare la serata assaporando l’ottima qualità dei suoi prodotti e un’altra assoluta specialità della zona: le gustose castagne glassate cotte nel latte.

Infine, il BOX include un vero e proprio invito a “scacciare” l’anno passato con un blocchetto di foglietti su cui scrivere tutti i cattivi pensieri del 2020, che dovranno poi essere bruciati al fine di proseguire al meglio l’anno in corso.

Per accompagnare la serata e renderla ancora più viva e fedele alla tradizionale realtà, il 28 gennaio 2021 verrà trasmessa una diretta esclusiva sulla pagina Instagram di Marco D’Oggiono Prosciutti in cui si potrà assistere al falò della Gibiana, il tutto per alimentare insieme le speranze di un 2021 sereno e positivo.

La storia di Marco D’Oggiono Prosciutti inizia a Lecco nei primi anni del ‘900 come attività famigliare di macelleria e salumeria, fondata dai nonni degli attuali proprietari e poi portata avanti dai genitori Luigi e Angela Spreafico.

Nel 1945, in pieno dopo guerra, l’azienda di famiglia si trasforma in un vero e proprio Prosciuttificio che continua a vivere oggi in provincia, a Oggiono, con i tre fratelli Dionigi, Agnese e Giulia, che hanno saputo interpretare il dogma di una lavorazione essenziale e concentrata sul risultato.

Con la determinazione dei brianzoli e l’umiltà di una filosofia lenta, producono uno tra i prosciutti crudi più dolci e delicati del nord Italia. In bocca è pulito. Nessun conservante. L’aria fresca delle colline brianzole si unisce alla brezza dei laghi e crea un microclima perfetto che consente di diminuire la dose di sale e ottenere un prodotto stagionato naturalmente che non lascia un retrogusto sapido.

Un prodotto d’eccellenza tanto da essere riconosciuto nel 1999 dalla Regione Lombardia “Prodotto Tradizionale Lombardo” e come tale è presente in tutti gli atlanti di prodotti tipici e tradizionali della Regione.

Oltre al prodotto emblema del marchio, Marco D’Oggiono Prosciutti vanta di un’ampia rosa di prodotti, nati dalla passione e dall’amore per il passato e per la propria storia. Fondamentale anche il rapporto radicato e intenso con la Brianza che consente di proporre prodotti di un tempo che tengono alto il prestigio di questa terra dalla forte identità e anche dell’intera Italia.

L’italianità, infatti, è un requisito fondamentale che si ritrova nella selezione delle cosce utilizzate che sono di suini provenienti unicamente dalla Pianura Padana, nel sale marino integrale per la salatura dei prosciutti che è ricavato da una particolare salina in Puglia, una riserva naturale protetta dalla Comunità Europea.

Tra gli altri prodotti del Salumificio:

  •   il SALAME DI COSCIA, realizzato con la carne di rifilatura dei prosciutti e quindi di particolare pregio
  •   il VANIGLIA DELLA BRIANZA
  •   la VERA MORTADELLA DI FEGATO
  •  la BRESAOLA DI CHIANINA, di Punta d’Anca con una finezza di fibre, una marezzatura sottile e una lavorazione delicata che regala una sensazione di scioglievolezza senza pari
  • il CARPACCIO CELTICO DI CHIANINA, anch’esso ricavato dal vitellone di razza Chianina, il cui sapore è reso intrigante da una concia sapiente e da un sospetto di erbe di bosco e affumicatura naturale
  • la COLLINETTA, la pancetta cotta, arrotolata e leggermente affumicata, che regala un sapore di camino sul finale: una bontà da mangiare sola o con un pezzo di pane, per poi non smettere più.
  • la BRESAOLA DI TACCHINO una new entry realizzata con tacchinelle nazionali, proteica, light, e con una leggera affumicatura che la rende deliziosamente gradevole anche a chi non ama il tacchino.

Nel 2014, Marco d’Oggiono riceve da EXPO e Regione Lombardia il premio R-innovatori della Terra, prestigioso e importante riconoscimento che la colloca tra le 10 eccellenze agroalimentari lombarde.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    5/5 (1)

    Lascia una valutazione

    Condividi su: