Home Torrefazioni Le note di Carmen chiudono le celebrazioni degli 80 anni di Caffè...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Le note di Carmen chiudono le celebrazioni degli 80 anni di Caffè Milani

0
Caffè Milani

È stato il binomio caffè e donne a chiudere, venerdì 19 gennaio,23 i festeggiamenti per gli ottant’anni di Caffè Milani, che hanno preso il via il 7 giugno 2017 con l’inaugurazione del nuovo stabilimento e dell’Esposizione Caffè Milani, che al suo interno ha una sezione dedicata all’importante ruolo femminile nella produzione di caffè di qualità.
Ha fornito l’occasione la presenza in cartellone al Teatro Sociale di Como dell’opera Carmen di Georges Bizet, rappresentata per la prima volta a Parigi nel 1875: alcune romanze sono state cantate all’interno dell’Esposizione Caffè Milani.
L’incontro ha preso il via nella moderna aula dell’Altascuola Coffee Training con un filmato, in cui una donna guatemalteca ha raccontato come, puntando su una produzione di qualità, negli ultimi anni la sua cooperativa sia riuscita a ottenere risultati molto positivi in termini economici dalla coltivazione del caffè. Durante la narrazione si sono susseguite immagini del raccolto, delle ciliegie mature per proseguire con l’essicazione, la tostatura dei campioni, l’assaggio alla brasiliana.

Il saluto di Pierluigi Milani titolare della Torrefazione di Lipomo, ha dato il via a una serie di brevi interventi.
Ha parlato del caffè nelle terre d’origine Fabio Frontani, amministratore delegato di Bero Italia, società della multinazionale tedesca Neumann Kaffee Gruppe, distributore di caffè crudo, che ha raccontato il lavoro in piantagione e il ruolo della donna in fazenda attraverso esperienze personali.
Alla prima lavorazione nelle terre d’origine ne segue una seconda altrettanto importante per la qualità del prodotto in tazza: Salvatore Casartelli, da 30 anni responsabile di produzione di Caffè Milani, ha raccontato i delicati passaggi che avvengono in torrefazione. Si è soffermato soprattutto sulla tostatura che, se realizzata correttamente, permette al chicco di caffè di sviluppare ed esprimere al meglio i propri aromi in tazza.
Renato Bossi, market development manager ha presentato le novità messe a punto da Milani nel 2017, a cominciare da Espresso System Milani, la soluzione studiata per ristoranti, gelaterie, pasticcerie, bar e hotel; un pacchetto completo destinato a locali con volumi non elevati di servizio. Il suo “cuore” è la miscela Espresso System Milani in grani o in capsula da 1 o 2 tazze.

Un altro aspetto molto importante su cui Caffè Milani ha posto grande attenzione nel 2017 è stato la volontà di diffondere la cultura e la conoscenza del mondo del caffè, alla quale hanno concorso  la realizzazione dell’Esposizione Caffè Milani, uno spazio esperienziale dedicato all’educazione e diffusione del sapere sul caffè nonché l’Altascuola Coffee Training presso la Torrefazione di Lipomo.
Un’iniziativa unica e molto interessante è stata la realizzazione di una “Degustazione storica, un percorso nella storia del caffè dal 1900 a oggi suddiviso in quattro tappe, ognuna caratterizzata dall’utilizzo delle miscele e delle apparecchiature dell’epoca.
L’ultimo intervento è stato di Barbara Minghetti, consulente del Teatro Sociale di Como, che ha chiuso gli interventi parlando della collaborazione e del sostegno che Caffè Milani dà a questa importante realtà del territorio, auspicandone una lunga durata.
È stata quindi raccontata l’opera Carmen di Georges Bizet, incentrata sul personaggio di una bella e focosa sigaraia spagnola, e che racconta una storia di amore che nasce, cresce e muore tra cuori ardenti e impetuosi.
Conclusi gli interventi, gli ospiti si sono spostati rapidamente al secondo piano, dove è stato dato spazio alla musica con alcune arie dell’opera di Bizet.
La voce della giovane contralto Eleonora Filipponi ha intonato la celebre “Seguidilla” seguita da “Habanera”.
In chiusura dell’evento è stato offerto un brindisi, per ringraziare tutti i convenuti e concludere un anno intenso che ha posto nuove basi per sviluppi futuri nel segno del (buon) caffè.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here