Home Articoli Eventi Host Host2021: l’ospitalità torna live

Host2021: l’ospitalità torna live

Più di 1000 espositori, 40 paesi e 800 eventi sono previsti in presenza per Host2021 a fieramilano, dal 22 al 26 ottobre

Dalla Ristorazione Professionale all’arte bianca, dal comparto bar, macchine caffè vending al gelato pasticceria e all’arredo tecnologia tavola, per le diverse filiere dell’ospitalità professionale il place-to-be dove celebrare la ripartenza dell’intero settore sarà “in presenza”, e in piena sicurezza, a HostMilano (a fieramilano, dal 22 al 26 ottobre 2021).

Un vero e proprio hub dell’equipment globale, quello giunto alla 42esima edizione, che vedrà protagonisti tutti i key player mondiali dell’ospitalità professionale.
Pronti ad osservare da vicino non solo le novità di prodotto, ma soprattutto a incontrarsi “live” dopo tanti mesi, confrontandosi su quali saranno gli scenari del futuro proprio nel momento in cui la fiducia torna farsi strada nel fuoricasa.

Fuoricasa: la ripresa è già iniziata

Dopo le difficoltà degli ultimi mesi, finalmente per il mondo dell’ospitalità professionale è venuto il momento di voltare pagina.
A dirlo sono i dati di ExportPlanning, secondo cui già il primo trimestre del 2021 ha evidenziato una forte accelerazione tendenziale del commercio mondiale per il segmento della Ristorazione professionale (+22.8% in euro rispetto al primo trimestre 2020 e – dato ancora più significativo – +23% rispetto al corrispondente periodo 2019).
A tornare al segno più è stato anche il segmento dell’Arredo Tavola, che ha messo a segno un +11.1% rispetto al primo trimestre 2020 e un +5.7% rispetto al primo trimestre 2019.
Tendenze analoghe sono state anche quelle registrate dalle esportazioni italiane durante i primi tre mesi dell’anno: ad esempio, il Made in Italy legato alla Ristorazione professionale ha visto una forte risalita (+20.8% nei valori in euro rispetto al corrispondente periodo 2020 e +7.5% rispetto all’analogo periodo 2019), come pure quello legato al segmento Arredo Tavola; quest’ultimo, dopo un 2020 con le esportazioni italiane in calo (-6.2%), ha evidenziato un recupero di oltre 11 punti percentuali nel primo trimestre del 2021, e di oltre 5 punti superiore ai livelli 2019.

E per il futuro? Le previsioni – formulate sulla base dell’ultima edizione del World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale – segnalano per il periodo 2021-2024 un ritorno a ritmi di sviluppo accelerati, con particolare riferimento agli scambi mondiali. I segmenti più dinamici saranno ancora una volta la Ristorazione professionale (+6.9% di crescita media annua nel periodo 2021-’24) e quelli legati al segmento Caffè Macchine da caffè Vending (+7% medio annuo).
Sul fronte delle esportazioni tricolori, i trend positivi riguarderanno tutti i settori (anche se con incrementi meno accelerati rispetto alla media mondiale), con particolare riguardo alle aree Caffè Macchine da caffè Vending e Panificazione Pasticceria.

Presenti oltre 1100 aziende, quasi una su due è straniera

Come sua tradizione, anche l’edizione 2021 di Hostmilano promette di essere il marketplace ideale dove incontrare tutte le realtà più importanti dell’ospitalità professionale, a cominciare dagli oltre 1100 espositori che hanno già confermato la loro presenza. Provenienti da 40 Paesi (tra questi, ci sono mercati come Germania, Francia, Spagna, Usa, Portogallo, Olanda, Grecia e Regno Unito), e con un tasso di internazionalità sul totale degli espositori che sfiora il 40%, Aree come la Ristorazione Professionale (38%), il Bar Macchine caffè Vending (33%) e l’Arredo Tecnologia Tavola (18%), insieme valgono l’89% della manifestazione.

E poi, solo per citarne alcune, aziende del calibro di Ali Group, Sirman, Rational Italia, MKN Maschinenfabrik, Alto-Shaam, True Refrigeration e Viessmann (Ristorazione); Tagliavini, Italforni, Sigma, Wiesheu, Atollspeed e FM Caleffacion (Pane Pizza Pasta); Babbi, Cesarin, Criocabin, José Julio Jordao, Valmar Global D.o.o. (Gelato pasticceria); Gruppi Cimbali, Nuova Simonelli, Evoca Group, Blendtec, Marco Beverage System (Bar Macchine caffè Vending); Hausbrandt, Caffè Borbone, Gruppo IMA, Brambati, Global Coffee Industries, Ahlstrom-Munksjo, Buehler (Caffè The); Abert Broggi Villeroy & Boch, Bormioli Rocco, Sambonet, Tognana, Rosenthal, Dibbern, Steelite (Tavola); Costa Group, Pedrali, Tecnorredamenti, Calligaris, Zucchetti Horeca (Arredo-Tecnologia).

Anche grazie al continuo supporto di ICE/ITA Agenzia, è attesa un’importante presenza di buyer da aree di particolare interesse (circa 600 ad oggi) che si vanno ad aggiungere a quelli che saranno presenti grazie alle innumerevoli partnership che HostMilano ha sottoscritto con alcune delle più importanti associazioni internazionali: AFEHC, Restaurants Canada, BAC – Baking Association of Canada , IDC-Interior Designers of Canada, NEWH-The Hospitality Industry Network, OCSA-Ontario Convenience Store Association, AQDA Association Quebecoise des Dépanneurs en Alimentation, CAMA – Canadian Automatic Merchandising Association), FEDA – Foodservice Equipment Distributors Association, SEFA – Supply and Equipment Foodservice Alliance, NYCHA – New York City Hospitality Association, NEWH – The Hospitality Industry Network, ACHIGA – Asociación Chilena de Gastronomía, ACODRES – Asociación Colombiana de la Industria Gastronómica, Asociación Mexicana de Restaurantes, FEHGRA – Federación Empresaria Hotelera Gastronómica de la República Argentina, FCSI.

HostMilano e TUTTOFOOD si svolgeranno in contemporanea

“Un evento dove sarà fondamentale esserci, in presenza. Perché in un momento come questo è fondamentale vedere le novità e “provarle” sul campo, oltre che ritrovare i partner tradizionali e conoscerne di nuovi”. E ancora: “Trovare all’interno della stessa manifestazione gli espositori di Host e di TUTTOFOOD permetterà di valutare ancora meglio le nuove abitudini dei consumatori sviluppatesi dopo la pandemia, capendo da vicino quali saranno le possibile aree di ibridazione”.
Non hanno dubbi i buyer che saranno presenti ad Host2021: che siano europei, o provengano da oltreoceano o da nuovi mercati come il Medio Oriente, a tutti i padiglioni di Rho Fiera offriranno la possibilità di osservare l’innovazione declinata in tutte le sue forme, come pure di intercettare le tendenze di domani.
Non solo. la possibilità di approfittare dello svolgimento in contemporanea di TUTTOFOOD, l’evento leader dell’ecosistema agroalimentare, permette di sfruttare le sinergie esistenti tra due settori fortemente complementari come l’agrifood e l’hospitality.
Un obiettivo che quest’anno potrà essere centrato più facilmente grazie a un ulteriorie “plus”: l’appendice virtuale della piattaforma mymatching, con agende aperte e appuntamenti prefissati con gli espositori prescelti, che aumenteranno le possibilità di networking.
Senza contare che a disposizione di espositori e visitatori torneranno di attualità i protocolli di sicurezza già sperimentati lo scorso settembre, in cui rientrano i numerosi interventi strutturali effettuati nello spazio fisico del quartiere espositivo.

Eventi: in primo piano SMART Label e Iginio Massari

Fedele alla sua tradizione di trendsetter per tutte le filiere dell’Horeca, anche la prossima edizione di Hostmilano metterà sul piatto, accanto alle occasioni di business, un’agenda di oltre 800 eventi – competizioni nazionali e internazionali, show-cooking, seminari di approfondimento – suddivisi tra le sue macro-aree.

Il posto d’onore, come tradizione, appartiene alla grande vetrina di SMART Label – Host Innovation Award, il concorso aperto a tutte le aziende innovative; organizzato da Fiera Milano e HostMilano in collaborazione con POLI.Design Consorzio del Politecnico di Milano con il patrocinio di ADI – Associazione Italiana per il Disegno Industriale, quest’anno sono state 79 le candidature presentate, con più della metà degli aspiranti vincitori provenienti dal Food service equipment e dal segmento Bar, Coffee machines, Vending.
Tra i trend emersi dalle “sumbission”, non potevano mancare alcune delle tendenze che plasmeranno l’industry di domani: dal risparmio energetico all’utilizzo di materiali e soluzioni green; dal focus sull’igiene a quello sulle soluzioni tecnologiche user friendly, dalla rinnovata attenzione alla customizzazione e personalizzazione alla flessibilità di utilizzo dei prodotti.
Torna poi, l’appuntamento con “Pasticceria di Lusso nel Mondo” by Iginio Massari, il concept ideato dal Maestro del pastry italiano e internazionale che mette uno di fronte all’altro alcuni dei più importanti interpreti del mondo del dolce a livello mondiale.
Per restare all’universo della pasticceria, non mancheranno tra i padiglioni di Fiera Milano i campionati internazionali a cura di FIPGC Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria con il Campionato del Mondo del Tiramisù, e il nuovo concept International Pastry Award, che incoroneranno i “top” pasticcieri in gara. Chiudono il programma più “dolce” della manifestazione Art Gallery, con oltre 200 opere e lavorazioni dal vivo in esposizione di Pasticcieri Italiani.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    3/5 (1)

    Lascia una valutazione

    Condividi su: