Home Pianeta Pizza DaZero: 15° a 50 Top Pizza e 5 anni di attività
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

DaZero: 15° a 50 Top Pizza e 5 anni di attività

0
DaZero

DaZero – Pizza e Territorio, il brand che promuove il Cilento attraverso l’enogastronomia con 5 pizzerie in Italia, ha spento cinque candeline il 23 luglio 2019 con una grande festa in tutti e 5 i locali del brand: Milano Scala, Milano Luini, Torino, Matera e Vallo della Lucania. Per l’occasione, è stata introdotta nel menu la Primula Palinuri, pizza in edizione limitata disponibile in tutte le pizzerie fino al 30 settembre, che porta il nome del fiore simbolo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, area protetta nel sud della provincia di Salerno. Tutti i clienti hanno inoltre ricevuto in omaggio “Il Signorino DaZero Special Edition”, croccante con mandorle, melassa di fichi bianchi del Cilento, miele e agrumi locali, realizzato dal rinomato opificio Santomiele di Prigano Cilento.

Primula Palinuri

La serata di festa è stata allietata da un ulteriore successo: in contemporanea al teatro Mercadante di Napoli sono stati infatti proclamati i vincitori di 50 Top Pizza, autorevole classifica delle pizzerie italiane, in cui DaZero ha ottenuto il 15° posto assoluto, migliorando notevolmente il 39° posto del 2018.

Siamo estremamente orgogliosi di questo riconoscimento che ci proietta nell’Olimpo della Pizza accanto a insegne storiche e mostri sacri – hanno spiegato Giuseppe Boccia, Paolo De Simone e Carmine Mainenti, i tre fondatori di DaZero – È il miglior regalo che potevamo ricevere, proprio nel giorno in cui festeggiamo i 5 anni dall’apertura del primo locale a Vallo della Lucania, da dove è partita la nostra avventura imprenditoriale. Questo riconoscimento premia l’idea di mettere il territorio del Cilento e la rete dei produttori di eccellenze locali al centro del progetto. Da oggi proseguiremo su questa strada con ancora più convinzione”.

I tre fondatori hanno anche ricordato gli inizi di DaZero: “Cinque anni fa ci siamo resi conto che le specialità gastronomiche del Cilento non erano adeguatamente valorizzate. Così il 23 luglio del 2014 abbiamo dato vita a DaZero, con l’idea di proporre una pizza che portasse con sé la tradizione napoletana per impasto e lavorazione, con l’aggiunta di ingredienti cilentani di alta qualità, tra cui diversi presidi Slow Food. E partendo da Vallo della Lucania, sede che per noi resta una parte fondamentale di questo progetto, siamo arrivati oggi a 5 pizzerie e quasi 700mila pizze sfornate. Questa sera abbiamo inserito nel menù la Primula Palinuri, pizza intimamente rappresentativa del Cilento. I suoi ingredienti – pesto di rucola, mozzarella di bufala, cacioricotta di capra cilentana, pomodorino giallo, basilico e olio – riprendono infatti i colori di questo fiore e sono il nostro omaggio alla nostra terra e un invito a scoprirne i sapori inconfondibili”.

Tonno e ammaccate

Il crescente successo di DaZero ha portato nel 2018 a generare un fatturato di 3 milioni di euro, superando così il punto di pareggio. Oggi, forte di un incremento del 60% nel primo semestre 2019, DaZero punta a superare i 5 milioni di euro entro fine anno. Numeri importanti, che creano valore anche per il territorio di origine dal momento che la spesa in prodotti made in Cilento per quest’anno sarà di circa 900mila euro. Inoltre, 45 dipendenti su 72 sono di provenienza cilentana (il 62,5%) e sono previste ulteriori 20 nuove assunzioni in vista di una nuova apertura, entro fine 2019.

Puntiamo a una crescita controllata – hanno concluso i tre fondatori – perché non crediamo in formule come il franchising, che rischierebbero di snaturare la nostra filosofia imprenditoriale basata su una forte collaborazione con i produttori locali che, non a caso, citiamo sul nostro menù con nome, foto e specialità. Il nostro obiettivo è sì di espanderci ma mantenendo la gestione delle pizzerie e continuando a valorizzare la nostra terra di origine”.

Marinara cilentana

La missione di DaZero è dunque di valorizzare il Cilento non solo da un punto di vista gastronomico ma anche turistico. Secondo i dati di Coldiretti, presentati a Milano nella ricerca “La Vacanza Made in Italy nel piatto”, circa il 20% dei viaggi sono mossi dall’enogastronomia come motivo principale e il 72% dei turisti cerca, in ogni caso, di scoprire i sapori della cucina locale. Sempre secondo Coldiretti, circa un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza è destinato alla ristorazione, per un volume d’affari stimato nel 2019 in 19 miliardi di euro. E con l’obiettivo di far conoscere la destinazione, DaZero organizzerà in autunno un press trip nel Cilento con alcuni giornalisti, che potranno soggiornare in un rinomato hotel quattro stelle, scoprire le produzioni alimentari locali e degustare la cucina tipica del territorio. A questo seguiranno altri eventi in tutte le pizzerie del gruppo con la formula DaZero&Friends, che racconta il Cilento quale culla della Dieta Mediterranea e fucina di nuove tendenze gastronomiche e artistiche.

Orto d’Estate
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (1)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here