Home Speciale Sigep 2019 Cosa è successo martedì 22 gennaio a Sigep

Cosa è successo martedì 22 gennaio a Sigep

0
Sigep

Martedì 22 gennaio a Sigep si è puntato tutto sull’internazionalità della filiera del cioccolato e del caffè, con nuovi prodotti sotto i riflettori e l’elezione della Pastry Queen che rappresenterà l’Italia nel prossimo Campionato Mondiale di Pasticceria Femminile.

Ecco nel dettaglio cosa è successo:

LA GIORNATA DI CAFFÈ E CIOCCOLATO. DE CASTRO: “SIGEP STRAORDINARIO E INTERNAZIONALE”

“Abbiamo voluto ampliare la presenza dei protagonisti delle filiere – ha detto Patrizia Cecchi, Direttore Fiere Italia di IEGai Paesi di origine. È nato così un rapporto speciale con le istituzioni del Centro America e, grazie a loro, stanno nascendo progetti che arricchiscono la nostra offerta fieristica”.

Coffee & cocoa growing regions è il progetto che Sigep sta portando avanti insieme a IILA (Organizzazione Internazionale Italo Latino-Americano), l’organizzazione composta dai Governi della Repubblica Italiana e delle Repubbliche Latino-Americane, nata per la promozione di caffè e cioccolato d’eccellenza.
Protagonisti del progetto anche il Comitato Italiano del Caffè-Consorzio Promozione Caffè, CEFA il seme della solidarietà e la Specialty Coffee Association.
Un’operazione a tutto campo: dallo sviluppo e coordinamento di una ricerca sui problemi e le prospettive dei Paesi membri, alla realizzazione di possibilità concrete di scambio, assistenza reciproca e azione comune.
A Sigep, “Cacao e cioccolato 2.0. Qualità produttiva e qualità sensoriale”, è l’area dove IILA ospita rappresentanti di Ecuador, El Salvador, Venezuela, Honduras ed organizza in collaborazione con l’International Institute of Chocolate and Cacao tasting degustazioni guidate di cacao.

Presente ieri a Rimini anche l’On. Paolo De Castro, Primo Vice Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale al Parlamento Europeo. “Sigep si conferma con una partecipazione straordinaria di imprese che rappresentano l’eccellenza del made in Italy. È un palcoscenico internazionale per imprese vocate all’export che vanno tutelate applicando rigorosamente le norme per chi esporta tecnologie e le certificazioni di qualità per i prodotti alimentari”.

Alla giornata sono intervenuti José Luis Rhi-Sausi, (Segretario Socioeconomico IILA), Maurizio Giuli (Presidente UCIMAC), Gloria Isabel Ramírez Ríos (Ambasciatrice di Colombia), Sandra Elizabeth Alas (Ambasciatrice di El Salvador), Maria Eugenia Alvarez (Console Generale di Guatemala), Giselle Canahuati (Console Generale di Honduras), Paolo Blasi (Università di Camerino), José Luis Rhi-Sausi (IILA) e Jorge Eliecer Pazmiño Perez (Direttore Filiere Agricole Ministero Agricoltura dell’Ecuador). 

A SIGEP IL GELATO IN ECCEDENZA DIVENTA ‘IL GUSTO DELLA SOLIDARIETA’

Anche quest’anno il gelato in eccedenza a Sigep diventerà il ‘Gusto della solidarietà’, l’iniziativa di responsabilità sociale promossa dal Banco della Solidarietà di Rimini.
Per il sesto anno consecutivo, al termine dei cinque giorni della fiera di Italian Exhibition Group, il gelato rimasto inutilizzato dagli espositori verrà raccolto, destinato alla vendita e il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

I golosi dal cuore d’oro potranno quindi recarsi al centro commerciale ‘I Malatesta’ di Rimini da oggi al 26 gennaio, dalle 9 alle 20, e acquistare a offerta libera una vaschetta da 1,5 kg.

L’incasso, come in passato, sarà utilizzato da parte del Banco di Solidarietà di Rimini per comprare generi alimentari di prima necessità destinati a famiglie del territorio in difficoltà.
L’obiettivo dell’edizione 2019 di “Il Gusto della solidarietà” è ovviamente superare l’ottimo risultato dell’anno scorso, quando furono vendute 3.533 vaschette e raccolti quasi 16.000 euro.

SARÀ SHARON COPPOLA A RAPPRESENTARE L’ITALIA AL “PASTRY QUEEN 2020”

A portare il Tricolore nel prossimo Campionato Mondiale di Pasticceria Femminile sarà Sharon Coppola, giovane pastry chef classe 1993, di Salerno, ma attiva a Roma. Sarà lei a rappresentare l’Italia al ‘The Pastry Queen 2020’ grazie alla vittoria conquistata alla selezione italiana svoltasi ieri a SIGEP.
Sharon si è aggiudicata tutte le prove previste: Presentazione artistica in zucchero o cioccolato, Dessert al piatto innovativo, Miglior torta a tronchetto e Premio pulizia e organizzazione laboratorio.

“L’dea di partecipare alla selezione – racconta Sharon Coppola – è venuta al titolare della pasticceria di Roma dove lavoro, Clausio De Blasis.
È stato lui a propormi di gareggiare e, in questi mesi di allenamento, mi ha sempre accompagnato. Anzi, ci siamo messi in gioco insieme perché, nonostante lui sia un abile maestro cioccolatiere, abbiamo deciso di gareggiare con una pièce in zucchero. È stata una gara stimolante e gratificante, dove non sono mancati imprevisti e momenti di tensione. Vorrei mandare un pensiero e un incoraggiamento a Ilaria che non è riuscita a completare la prova”.

 

23 PAESI IN GARA PER LA MIGLIORE TOSTATURA DI CAFFÈ

Sono 23 i Paesi da tutto il mondo che a Sigep stanno gareggiando nel World Coffee Roasting Championship, competizione mondiale itinerante che premia la migliore tostatura di caffè.
A rappresentare l’Italia Emanuele Tomassi, incoronato campione nazionale alla scorsa edizione del salone riminese.
I 23 concorrenti sono chiamati a estrarre da un caffè mono origine e da un blend di caffè il massimo degli aromi, trovando la giusta acidità e dolcezza tramite la tostatura.
La premiazione è attesa per oggi (ore 16 nel Pad. D3), con i giudici che assaggeranno l’ultima tazzina di caffè prodotto e controlleranno se il profilo di tostatura esibito dai concorrenti corrisponderà alla tostatura realizzata.
Nella tostatura tutto parte dalle piccole ‘ciliegie’ contenenti i chicchi di caffè verde. Questi vengono, quindi, tostati, cioè cotti, in modo che il chicco diventi marrone e sia, alla fine, pronto per la preparazione. Una disciplina dove storicamente i Paesi europei hanno raggiunto un ottimo livello di know-how e dove, da alcuni anni, si registrano performance positive anche da parte delle nazioni orientali.

DEBUTTA IL GELATO ALL’ESTRATTO DI CHIOCCIOLA

Oggi al Sigep ha debuttato anche il gelato a base di estratto di chiocciola.
Le qualità benefiche e lenitive dell’estratto di chiocciola sono note, un po’ meno il fatto che le caratteristiche microbiologiche dell’estratto, la quantità e la qualità dei principi attivi presenti, sono decisamente influenzate dal benessere degli organismi da cui si ricava, dalla loro dieta, dal processo di estrazione che avviene nel pieno rispetto del benessere dell’organismo che lo produce.
L’idea di questo gusto innovativo nasce dalla società agricola la Regina del Bosco, attiva anche nei settori della cosmesi e della veterinaria, e di CAST Impresa, il dipartimento di CAST Alimenti dedicato alla consulenza ed allo sviluppo dei progetti d’impresa.
CAST Impresa ha, quindi, individuato in Oscar Nassa, titolare de “La Pecora Nera” di Brescia, il gelatiere in grado di elaborare una ricettazione tecnicamente impeccabile e di grande valore organolettico e di garantire una produzione sufficiente ad avviare una distribuzione pilota che avverrà in esclusiva presso i suoi punti vendita.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here