Home Associazioni L’Associazione Italiana Sommelier compie 53 anni
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

L’Associazione Italiana Sommelier compie 53 anni

0
Associazione Italiana Sommelier

Festa di compleanno per l’Associazione Italiana Sommelier che il 7 luglio scorso ha celebrato il 53esimo anniversario dalla sua nascita, sempre al servizio del vino italiano.

In principio furono in quattro a Milano i soci che diedero vita all’Associazione, che poi si è ramificata in tutto il territorio italiano e oggi rappresenta il più grande sodalizio di comunicatori del vino al mondo.

Ais è presieduta da Antonello Maietta, eletto per la terza volta a livello nazionale, e da Hosam Eldin in Lombardia e ha stretto partnership con enti di prestigio come ALMA e la Scuola Superiore Sant’Anna, il cui master di alta formazione in vini italiani e mercati mondiali arriva quest’anno alla quarta edizione. Il futuro va proprio nella direzioni delle partnership.

Una formazione sempre più competitiva per lavorare nel settore, comunicazione adeguata ai tempi e coinvolgimento nelle iniziative. Si tratta delle attività di alto profilo che l’Associazione Italiana Sommelier offre ai suoi quarantamila soci e ai futuri corsisti in occasione del suo compleanno.

A metà tra formazione e comunicazione le nuove competizioni dedicate ai vitigni autoctoni italiani, come il master sul nero di Troia, Master che si stanno rivelando determinanti per chi voglia fare del vino il proprio lavoro. Corsi di lingua e opportunità di lavoro all’estero saranno parte integrante del futuro formativo degli associati, molti dei quali già ora animano enoteche e ristoranti da Londra a Tokyo.

In una società sempre più globalizzata, l’essere un comunicatore del vino richiede una grandissima attenzione, passione e competenza e proprio per questo la formazione dovrà essere sempre più capillare e precisa. Progetti di sviluppo nei cinque continenti che saranno accompagnati anche dai tantissimi club al servizio del vino italiano, che operano come avamposto delle eccellenze del made in Italy; avamposti nati grazie ai successi dell’Associazione Italiana Sommelier, ma soprattutto degli appassionati del vino italiano.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here