Home Eventi All’enoteca Vini Divini degustazione con Natale Simonetta di Cascina Baricchi

All’enoteca Vini Divini degustazione con Natale Simonetta di Cascina Baricchi

0
Enoteca Vini Divini, Cascina Baricchi

Il 10 dicembre alle ore 20:30 L’enoteca Vini Divini inaugura il proprio ciclo di degustazioni tematiche del locale con un focus bene articolato sulle Langhe a cura di Natale Simonetta “enologo autodidatta” che non ama seguire le masse e che produce i propri vini  Cascina Baricchi, nelle Langhe in Piemonte, terra di confine tra Albese e Astigiano.

Cascina Baricchi sorge nelle Langhe, uno dei luoghi più vocati al mondo per la viticoltura, conosciuto per i blasonati Dolcetto, Barbera Nebbiolo e Moscato, vitigno aromatico, distintivo del territorio.
L’azienda è a Naviglie, luogo in cui Natale coltiva i suoi cinque ettari e mezzo di vigna nel pieno rispetto del territorio e delle tradizioni, con il valore aggiunto di saper rendere ogni suo prodotto originale, e lasciare la sua impronta eclettica in ogni dettaglio, dalla vinificazione al packaging.

I Vini in degustazione

Apre le danze Jonny Gambato, vino bianco frizzante fermentato in bottiglia, un vino “Socialmente Utile” com’è simpaticamente riportato in etichetta, frutto di un blend sapientemente composto da Pinot Nero, e Chardonnay, e da altri vitigni come: Sauvignon Blanc, Viognier, Riesling e Chennin Blanc.
La degustazione continua con il Vino Bianco “Zero-Trenta” 2014 composto da uve Timorasso in purezza, figlie di un vigneto che impera a Casasco fin dagli anni ‘50 ad un’altitudine di 500 mt slm. Per gli amanti dei grandi classici, non poteva mancare il

Riva della Coda – Barbera d’Alba Doc 2015, vino principe delle Langhe, che vanta una resa di circa 1,5 Kg per pianta e affinato in botti di rovere. Si procede con il Barbaresco Riserva Docg 2013, prodotto nei comuni di Barbaresco e Nieve, l’affinamento prevede: l’80% in tonneaux e 500 litri in rovere Ungherese non tostate, la parte restante è ‘elevato’ in vecchie barriques francesi Allier, il tutto per 36 mesi.
Per concludere, un vino che carattere ne ha da vendere: Regina di Felicità – spumante di uve moscato, prodotto secondo il Metodo Charmat e prodotto con uve Moscato bianco Piemonte totalmente ghiacciate, una sorta di ice wine. Le uve sono raccolte vendemmia a dicembre/gennaio, di notte tra le 4:30 e le 8:00 del mattino quando la temperatura scende sotto i -5°. La fermentazione del mosto è svolta in barriques nuove di Alier.

La degustazione sarà accompagnata dalle proposte gastronomiche dell’Enoteca Vini Divini l’Officina dei Sapori.

Di seguito gli abbinamenti:

Jonny Gambatovino bianco frizzante fermentato in bottiglia

IN ABBINAMENTO Mousse di mortadella di cinghiale e ricotta fresca con granella di pistacchi, crostini di pane caldo

Vino Bianco “Zero-Trenta” 2014

IN ABBINAMENTO Assaggio di bresaola di tonno e bresaola di pesce spada con insalata di finocchio e arancia marinata agli agrumi

Riva della Coda – Barbera d’Alba Doc 2015

IN ABBINAMENTO Panino The Clubroast beef, crema di patate al tabasco, aceto balsamico di modena Igp, insalata incappucciata, datterini gialli, scaglie di Parmigiano Reggiano e crema di rucola.

Barbaresco Riserva Docg 2013

IN ABBINAMENTO degustazione di salumi e formaggi.

Regina di Felicità – vino moscato spumante

IN ABBINAMENTO Panettone artigianale piemotese “algbertengo”

 

I vini di Cascina Baricchi: L’azienda si trova si trova a Neviglie nel cuore delle Langhe. Natale Simonetta è al timone dell’azienda dal 1996 quando prese le redini di quella che era l’azienda familiare dal 1979. L’entrata di Natale ha portato una ventata di innovazione e crescita qualitativa, determinando una produzione a forte carattere personale. A fianco dei classici di Langa, come il Barbaresco, il Nebbiolo, la Barbera d’Alba e il Dolcetto d’Alba è presente tutto il mondo di esperimenti che rappresentano le passioni di Natale; Spumanti Metodo Classico, un Rosè chiamato “Visage de Canaille” da uve Nebbiolo, un Blanc de Noir da uve di Pinot Nero denominato “Et Voilà”, il “Jamais” ottenuto da uve di Pinot Nero e infine il “Revolution” da uve Sirah. Ma anche vini dolci: la “Regina della Felicità”, un Metodo Charmat prodotto con uve Moscato totalmente ghiacciate, e il “Solenne”, ottenuto da uve Moscato Bianco, raccolte agli inizi di dicembre, quando la temperatura scende sotto i –7°C.

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here