Home Pianeta Pizza 50 Top Pizza: a Lorenzo Sirabella di Dry Milano il premio Giovane...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

50 Top Pizza: a Lorenzo Sirabella di Dry Milano il premio Giovane Pizzaiolo dell’Anno

0
Lorenzo Sirabella
ph: Alessandra Farinelli

È stato assegnato a Lorenzo Sirabella del Dry Milano il premio speciale “S. Pellegrino & Acqua Panna – Giovane Pizzaiolo dell’Anno” per il 2019.

La stagione 2018-2019 non poteva concludersi in modo migliore per il locale di via Solferino, che anche quest’anno ha scalato la classifica di “50 Top Pizza”, piazzandosi tra le prime 50 migliori pizzerie d’Italia, per la precisione al 32esimo posto.
Una ulteriore conferma dell’ascesa vissuta dalla pizza all’ombra della Madonnina, con Milano seconda soltanto a Napoli per varietà e qualità dell’offerta.

Il verdetto è arrivato nel corso della cerimonia di premiazione delle migliori 50 pizzerie d’Italia e del mondo, atto conclusivo della cavalcata 2019 di “50 Top Pizza”, la prima e più importante guida online di settore giunta quest’anno alla sua terza edizione.
Ad essere giudicato, in completo anonimato dagli ispettori della guida, è stato il progetto pizzerie in toto, quindi non solo la qualità della pizza e degli altri prodotti proposti, ma l’insieme dei servizi offerti al cliente, la sala, l’ambiente, la carta delle birre, dei vini e degli oli, per un totale di oltre 1.000 pizzerie recensite nel solo Belpaese.

lorenzo sirabella

In rappresentanza di Dry Milano erano presenti alla cerimonia il General Manager Giovanni Biaggini e il pizzaiolo Lorenzo Sirabella, chef dello storico locale di via Solferino, che è stato anche chiamato sul palco a ritirare il riconoscimento speciale come “Giovane Pizzaiolo dell’Anno”.
Ventisei anni, napoletano di origini ischitane, Sirabella, grande specialista di impasti e abbinamenti sempre nuovi da sperimentare, già vincitore lo scorso anno della selezione Pizza Chef Emergente del Nord Italia, è approdato nel 2018 a Milano dopo innumerevoli esperienze di lavoro in pizzerie partenopee, tra cui la celebre Pizzaria La Notizia del maestro Enzo Coccia, collaborando di recente con lui anche per la stesura del suo libro “Pizza Fritta”.

Il premio speciale di “50 Top Pizza” per Dry Milano arriva a conclusione di una stagione più che mai vivace grazie a una nuova carta dei cocktail, firmata dal bar manager Federico Volpe, e a un menù delle pizze rinnovato di settimana in settimana seguendo sempre la stagionalità dei prodotti, merito appunto dell’arrivo di Lorenzo Sirabella e di altri nuovi professionisti all’interno della squadra, che si avvale sempre della preziosa supervisione dello chef stellato Andrea Berton.

Clicca qui e guarda la fotogallery della serata

Dry Milano è un punto di riferimento nel mondo della pizza sin dal 2013, quando l’apertura fece storia nella ristorazione italiana e creò il fenomeno della pizza partenopea abbinata ai cocktail. Una pizza di alta qualità (cotta in un forno a legna artigianale e lievitata 48 ore) proposta con ingredienti originali e legata a una carta dei cocktail che ha aperto gli orizzonti al mondo della mixology di livello.
Da allora Dry Milano non si è mai fermato e ha continuato ad essere un punto di riferimento nel settore del food & drink “made in Italy”, sino all’apertura, nel 2017, della seconda insegna – in Viale Vittorio Veneto -, a dimostrazione di un modo di vivere l’esperienza “pizza & cocktail” ancora oggi vincente.

lorenzo sirabella

Un locale unico per un’accoppiata insolita: Pizze & Cocktail. Due anime a cui corrispondono due distinte aree fisiche – il cocktail bar e la pizzeria – che interagiscono tra loro all’insegna della condivisione, in un luogo che si caratterizza per la sua forte impronta contemporanea, accessibile, di alta qualità, dall’ambiente moderno e di design.
Questa è la formula di Dry Milano. Dry come “secco”, perfetto per un cocktail bar. Oppure “asciutto”, ridotto all’osso, alle qualità fondamentali e, quindi, l’ideale per un essenziale italiano come la pizza.
La prima insegna apre nel 2013 in Via Solferino e si posiziona in poco tempo come uno dei luoghi “cult” della movida milanese. Progettato dallo studio Vudafieri Saverino Partners a partire da una base industriale grezza con arredi e pezzi semplici, ma scintillanti, sia vintage che nuovi, è oggi un punto di ritrovo per un pubblico italiano e internazionale grazie anche a un’offerta eccellente di food & beverage – comprendente la pluripremiata pizza, il finger food, la mixology – sotto la direzione dello chef stellato Andrea Berton.
Sull’onda del successo, nel 2017 in viale Vittorio Veneto è stato aperto un nuovo locale, che rappresenta l’espansione del primo progetto di via Solferino in tutti gli ambiti, dal design al menù, ed è aperto anche a pranzo.
Qui, dove il tempo sembra fermarsi, Dry Milano risponde alle esigenze del cliente, dal business lunch agli eventi privati e aziendali, per terminare con l’aperitivo e la cena sfiziosa, rappresentando il luogo perfetto in cui sentirsi a casa e lasciarsi accompagnare in un universo di gusti e sapori.
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (2)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here