Home Ho.Re.Ca. Ristorazione TheFork: online le risorse per aiutare i ristoranti ad affrontare il post...

TheFork: online le risorse per aiutare i ristoranti ad affrontare il post COVID

Per aiutare i ristoranti TheFork – app numero uno nella prenotazione online dei ristoranti a livello globale – ha lanciato una pagina dedicata alla ripartenza del settore, un vero e proprio hub in cui l’azienda ha messo a disposizione dei ristoratori consigli e strumenti per affrontare questi mesi al meglio e accelerare la ripartenza. Attraverso questi contenuti, i ristoratori saranno costantemente aggiornati su nuove modalità e incentivi economici per ottenere più prenotazioni online. In particolare, l’azienda ha deciso di offrire ai propri ristoranti partner la possibilità di passare gratuitamente alla versione PRO del TheFork Manager – il software di TheFork per la gestione del ristorante – fino al 31 dicembre 2020 e successivamente pagare una tariffa scontata.

Secondo le statistiche della piattaforma, si conferma di fatto il trend positivo per le prenotazioni dei ristoranti: dall’inizio della riapertura a oggi è segnalata una crescita costante delle prenotazioni a un ritmo dell’55% a settimana.
TheFork ha inoltre analizzato la propria base utenti al fine di dare un identikit quanto più accurato ai ristoratori sui clienti post COVID in modo da aiutarli a proporre un servizio sempre in linea con la domanda.
Primo dato lampante è quello della preferenza per gli spazi all’aperto: la ricerca del tag “All’aperto” – identificativo dei ristoranti che offrono tavoli all’esterno (che siano dehors, terrazze o giardini) – è cresciuto del 224% rispetto a giugno 2019.
Altra abitudine che ha subito dei cambiamenti importanti è quella dell’anticipazione della prenotazione: se infatti a giugno 2019 l’utente medio di TheFork in Italia prenotava il ristorante in media 2 ora prima, oggi parliamo addirittura di 6.5 ore prima.
Un’altra preziosa informazione per i ristoratori riguarda l’impatto del COVID Badge recentemente introdotto da TheFork, ovvero la possibilità per i ristoranti di inserire nella propria pagina dell’app le misure di sicurezza da loro adottate. TheFork ha infatti calcolato che i ristoranti con il COVID Badge hanno finora ottenuto il 4% in più delle prenotazioni rispetto a chi non ce l’ha.
Alcune preferenze sono invece rimaste immutate: per quanto riguarda le cucine più prenotate ad esempio sono ancora al primo posto a pari merito quella di pesce e quella mediterranea (14%), seguite dalla pizza (10%), così come invariata resta la preferenza per la cena rispetto al pranzo (80% la prima contro il 20% del secondo).

TheFork, brand di Tripadvisor è la piattaforma leader in Europa per le prenotazioni online di ristoranti, con un network di 80.000 ristoranti a livello globale e 29 milioni di visite al mese. La piattaforma opera come TheFork in Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Cile, Colombia, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Messico, Olanda, Norvegia, Perù, Portogallo, Svezia, Svizzera, Uruguay, Regno Unito e Germania e come “ElTenedor” in Spagna. Inoltre, è attiva anche in inglese come TheFork.com. TheFork mette in contatto utenti e ristoranti, permettendo ai primi di cercare e prenotare il tavolo online e ai secondi di aumentare le prenotazioni e la fedeltà dei clienti. Attraverso TheFork (sito e app), così come su Tripadvisor, gli utenti possono facilmente selezionare un ristorante in base alle loro preferenze (per esempio localizzazione, tipo di cucina e prezzo medio), consultare le recensioni degli utenti, controllare la disponibilità in tempo reale e prenotare all’istante online. Per i ristoranti, TheFork fornisce un software, TheFork Manager, che consente di ottimizzare le prenotazioni e le operazioni, e di migliorare servizio e ricavi.
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: