Home Eventi & Fiere Premio INNOVAZIONE Filiera Ittica Sostenibile: a giugno con il nuovo evento Capraia...

Premio INNOVAZIONE Filiera Ittica Sostenibile: a giugno con il nuovo evento Capraia Smart Island

0
fliera ittica sostenibile - Capraia Smart Island

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

L’associazione Chimica Verde Bionet, in collaborazione con Legacoop Agroalimentare – Dipartimento Pesca, promuove la prima edizione del Premio INNOVAZIONE – Filiera Ittica Sostenibile Sfide, metodi e tecnologie.  L’iniziativa si inserisce nella cornice più ampia del nuovo evento CAPRAIA SMART ISLAND – Filiera Ittica Sostenibile. Innovazione e sostenibilità: sfide, metodi e tecnologie’, in programma dal 4 al 6 giugno sull’isola toscana.

L’evento ha il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Capraia Isola, Accademia dei Georgofili, Legambiente, Kyoto Club, Parco Nazionale Arcipelago Toscano, CNR IIA. È realizzato con il contributo di Coopfond, fondo mutualistico di Legacoop. Altri sponsor sono Skretting Italia Spa, CCPB, Marine Stewardship Council, ASA spa, Toremar, Biofoam™ by  Be Wi Synbra, Federunacoma, Novamont, Legacoop Toscana, Acquainbrick.

Obiettivi del Premio INNOVAZIONE – Filiera Ittica

Il premio nasce dalla volontà di attribuire un riconoscimento a persone e aziende, spesso pioniere, che si sono distinte con azioni concrete nell’affrontare le sfide poste dall’innovazione sostenibile. L’obiettivo è, in particolare, quello di dare visibilità ai progetti realizzati nel nostro Paese e di creare reti virtuose di collaborazione.

A chi si rivolge

Il Concorso, come si legge nel regolamento, è riservato esclusivamente alle aziende della filiera ittica situate sul territorio italiano, suddivise nelle due categorie Pesca e a Acquacoltura. Le imprese dovranno candidarsi presentando innovazioni sostenibili originali di prodotto, di processo, sociali, ma anche soluzioni all’avanguardia in ambito tecnologico, gestionale e occupazionale.

Le buone pratiche selezionate a livello nazionale saranno premiate nei giorni del Capraia Smart Island – Filiera ittica sostenibile. I vincitori saranno ospiti dell’organizzazione a giugno per tutta la durata della manifestazione. L’assegnazione del premio avverrà secondo precisi criteri, individuati da un Comitato Tecnico Scientifico, in considerazione delle ricadute prodotte sul piano ambientale, sociale ed economico.

I premi

Nell’ambito del concorso verranno conferiti riconoscimenti a due distinte categorie: quella della “Pesca” e quella dell’ “Acquacoltura”. Ciascun vincitore otterrà un premio  di 1.500 euro.

Presentazione delle candidature

Partecipare è semplice e gratuito. Basta scaricare sul sito del concorso http://www.chimicaverde.it/capraia-smart-island-filiera-ittica/  il questionario ( in formato .docx) relativo alla categoria di premio per la quale si intende concorrere, compilarlo in tutte le sue parti e inviarlo entro il 30 Aprile 2020 alla mail: [email protected].

Clicca qui per scaricare il Regolamento completo del Premio INNOVAZIONE – Filiera Ittica Sostenibile

Innovazione e sostenibilità: temi chiave per la filiera ittica

Il settore della pesca necessita di un rilancio capace di coniugare in modo efficace innovazione e sostenibilità, coinvolgendo tutti i protagonisti dell’articolata filiera ittica: dal mare allo scaffale.

L’ammodernamento in chiave sostenibile è lo strumento dinamico con cui affrontare le questioni ambientali e le richieste del mercato.

Tale approccio riguarda la produzione, la trasformazione e il consumo, ma anche tutta la fase di post produzione, inclusa quella relativa al fine vita dei prodotti e degli scarti. In quest’ottica è fondamentale valorizzare quelle realtà che sono riuscite a coniugare innovazione e tutela ambientale per rimanere competitive sul mercato.

Con questo premio puntiamo a valorizzare le tante eccellenze del nostro Paese, realtà ancora poco conosciute su larga scala che hanno sviluppato, in tutti i diversi ambiti della filiera ittica, importanti innovazioni, puntando sulla sostenibilità come perno su cui far leva per favorire la loro crescita economica”,  sottolinea Sofia Mannelli, presidente di Chimica Verde Bionet.

È importante condividere le tante best practice presenti su tutto il territorio italiano per favorirne una maggiore diffusione. Le imprese che portano avanti quotidianamente questi progetti virtuosi mostrano infatti concretamente come il settore ittico abbia ben introiettato le potenzialità dell’innovazione e della sostenibilità ambientale e i vantaggi che ne conseguono. Elementi centrali in questo percorso di crescita sono la base scientifica delle diverse iniziative e il costante dialogo con i pescatori. Solo così gli obiettivi di sostenibilità – ambientale, sociale ed economica – potranno essere raggiunti al meglio”, afferma Angelo Petruzzella, Coordinatore nazionale del Dipartimento Pesca e vicepresidente di Legacoop Agroalimentare.

Comitato tecnico scientifico

Claudia Benassi – Coldiretti, Impresa Pesca; Biagio Bergesio – Legacoop Agroalimentare; Saverio Buzzichelli consulente, Giuseppe Lembo – COISPA Tecnologia & Ricerca; Alessandro Lucchetti – Istituto di scienze marine (Ismar) del CNR; Roberto Morabito – ENEA, Dipartimento sostenibilità dei sistemi prodotti e territoriali; Paolo Pelusi, Consorzio Mediterraneo; Giuseppe Prioli (Associazione Mediterranea Acquacoltura e Associazione Piscicoltori Italiani); Domitilla Pulicini – CREA Istituto Zootecnia e Acquacoltura; Giampiero Sammuri – Federparchi; Paolo Sartor – Centro interuniversitario di Biologia Marina ed ecologia applicata, CIBM; Antonio Terlizzi – Università di trieste; Emanuele Troli – Blue Marine Service; Sebastiano Venneri – Kyoto Club/Legambiente; Alessandro Voliani – Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, ARPAT.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here