Home Alcolici NIO Cocktails vola a Cannes al TFWA per presentare i suoi drink...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

NIO Cocktails vola a Cannes al TFWA per presentare i suoi drink innovativi

0
NIO Cocktails

NIO Cocktails sarà a Cannes fino al 4 ottobre per presentare i suoi drink innovativi al TFWA The Duty Free & Travel Retail Global Summit (stand G51-Yellow Village), evento internazionale aperto alle ultime tendenze dal mondo wine & spirits, gourmet food, accessori, beauty e moda.

“In linea con lo sviluppo del settore duty free e dalla crescita del travel retail – afferma Luca Quagliano founder NIO Cocktails abbiamo scelto per il secondo anno questa grande vetrina per i nostri drink iconici, in distribuzione già da maggio nei DutyFree degli aeroporti di Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Napoli, Bergamo, Firenze e Verona. L’obiettivo è sviluppare la nostra brand awareness a livello internazionale e presidiare questo canale strategico. Il nostro spirito innovatore ci porta a tratteggiare nuove sfide: per continuare a crescere vogliamo diventare partner di riferimento di compagnie aeree e referenza per il canale travel”.

nio cocktails La lista dei 14 cocktail NIO (acronimo di Needs Ice Only) creati seguendo le sapienti ricette di Patrick Pistolesi – bartender di fama internazionale – sono miscelati con spirits e prodotti d’eccellenza in un pack di design monodose, pronti da versare in un bicchiere colmo di ghiaccio. La tasting experience NIO Cocktails permette di godere di un drink di altissima qualità, 100% made in Italy, ovunque.

Grazie alla pratica e sicura confezione comoda da mettere in un trolley, un Negroni, un Daiquiri, un Cosmopolitan si trasformeranno così in un inedito regalo last minute o in momento di relax durante il volo.

NIO Cocktails nasce alla fine del 2017 da un’intuizione di Luca Quagliano e Alessandro Palmarin visionari imprenditori che hanno deciso di stravolgere le abitudini di consumo degli alcolici, rendendo facilmente accessibili cocktail già mixati. L’idea è portare l’arte di un bartender esperto fuori dal contesto del bar al fine di ampliare, semplificare e rendere unica l’esperienza di consumo. Non resta che assaggiarli.
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (1)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here