Home Ho.Re.Ca. Ristorazione L’Osteria Francescana è di nuovo il miglior ristorante del mondo

L’Osteria Francescana è di nuovo il miglior ristorante del mondo

OSteria Francescana

L’Osteria Francescana dello chef Massimo Bottura torna ad essere il miglior ristorante del mondo secondo la prestigiosa classifica The World’s 50 Best Restaurants stilata dalla rivista britannica Restaurant.
La premiazione è avvenuta il 19 giugno a Bilbao; nel ricevere il premio Bottura ha ricordato tutta la sua squadra e ha menzionato il suo progetto Food For Soul a cui dimostra sempre più di essere fortemente legato.
Il ristorante ha riconquistato il titolo già suo nel 2016 (nel 2017 era stato assegnato, invece, all’Eleven Madison Park di New York).
Gli esperti della rivista britannica hanno così motivato il riconoscimento per l’Osteria Francescana: “per il continuo impegno di Bottura nel promuovere il carattere unico dell’Osteria Francescana. Il ristorante di Modena serve la cucina contemporanea di Bottura, che sfida e reinventa la tradizione culinaria italiana mentre utilizza i migliori prodotti della regione Emilia Romagna.

Oltre che con Bottura, la cucina italiana è stata protagonista con altri tre premiati: al sedicesimo posto troviamo infatti Enrico Crippa e il suo Piazza Duomo, sempre stabile tra i migliori 20; Massimiliano Alajmo e Le Calandre passano dal ventinovesimo al ventitreesimo posto e, infine, Niko Romito, che con il suo Reale passa dalla quarantatreesima posizione alla trentaseiesima.

 

Di seguito la classifica completa, riportata dal quotidiano Repubblica.it

1 Italia, Modena, Osteria Francescana, Massimo Bottura 
2  Spagna, Girona, El Celler De Can Roca 
3. Francia, Mentone, Mirazur – Mauro Colagreco 
4 USA, New York, Eleven Madison – Miglior ristorante del Nord America 
5 Thailandia, Bangkok, Gaggan – Miglior ristorante dell’Asia 
6 Peru, Lima, Central – Miglior Ristorante del Sud America 
7 Peru, Lima, Maido 
8 Francia, Parigi, Arpège
9 Spagna, San Sebastian, Mugaritz
10 Spagna, Axpe, Axador Extebarri 
11 Messico, Città del Messico, Quintonil 
12 Usa, Pocantillo Hills, Blue Hill at Stone Barns
13 Messico, Città del Messico, Pujol
14 Austria, Vienna, Steirereck
15 Russia, Mosca, The White Rabbit 
16 Italia, Alba, Piazza Duomo – Enrico Crippa 
17 Giappone, Tokyo, Den – Vincitore del Highest Climber Award sponsorizzato da Lavazza
18 Spagna, Barcellona, Disfrutar 
19 Danimarca, Copenhagen, Geranium – Vincitore del The Ferrari Trento Art of Ospitality 
20 Australia, Melbourne, Attica – Miglior ristorante dell’Australia 
21 Francia, Parigi, Plaza Athénée 
22 Giappone, Tokyo, Narisawa
23 Italia, Rubano, Le Calandre – Massimiliano Alajmo 
24 Cina, Shangai, Paul Pairet 
25 USA, New York, Cosme 
26 USA, New York City, Le Bernardin 
27 Cile, Santiago del Cile, Boragò
28 Singapore, Odette 
29 Francia, Parisi, Pavillon Ledoyen, Yannick Alleno 
30 Brasile, San Paolo, D.O.M 
31 Spagna, San Sebastian, Arzak
32 Spagna, Barcellona, Tickets 
33 UK, Londra, The Clove Club 
34 USA, Chicago, Alinea 
35 Norvegia, Oslo, Maaemo 
36 Italia, Castel di Sangro, Reale – Niko Romito 
37 Germania, Berlino, Tim Raue 
38 Uk, Londra, Lile’s 
39 Perù, Lima, Astrid y Gastón
40 Francia, Parigi, Septime 
41 Giappone, Tokyo, Nihonryori RyuGin
42 Uk, Londra, The Ledbury 
43  Spagna, Larrabetzu, Azurmendi – vincitore del Sustainable Restaurant Award
44 Turchia – Instanbul – Mikla 
45 Dinner – Heston Blumenthal in London
46 Dalla California, San Francisco – Saison 
47 Dalla Svizzera Schloss Schauenstein – Andreas Caminada 
48 Dalla Slovenia Isa Franko – Ana ros
49  Dalla Tailandia, Nahm 
50 Dal Sudafrica, Cape Town, The test Kitchen 

Premi speciali: 
The World’s Best Pastry Chef, Cédric Grolet
Il vincitore dello Chef’s Choice Awards – il più votato dai colleghi – è Dan Barber.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: