Home Gelateria Dopo il gelato alle lasagne e al pecorino arriva il tonno: le...

Dopo il gelato alle lasagne e al pecorino arriva il tonno: le sperimentazioni di Ruzzoli

0
Mario Ruzzoli - Gelato al tonno
Mario Ruzzoli prepara il gelato al tonno (foto Mauro Chessa - La Nuova Sardegna)

Sessant’anni, chef, nato a Sassari e sardo fino al midollo, Mario Ruzzoli porta la sua regione in cucina e nel cuore da sempre. È il titolare di “Barberry’s Mondo Gelato“, gelateria di via Roma a Sassari dove avviene la magia delle sue sperimentazioni culinarie: qui non c’è alimento che non possa essere trasformato in gelato.
La nuova specialità realizzata da Mario in 15 anni di lavoro e tentativi è il Gelato al Tonno.
Stesso procedimento dei più classici gelati, con l’utilizzo di latte fresco, panna, zucchero, stabilizzanti e addensanti e poi tonno affumicato, l’ingrediente principe di questa creazione artistica.
Il gelato, spiega Ruzzoli, va servito su un letto di tonno fresco sardo, meglio se di Carloforte, e accompagnato da una riduzione di aceto balsamico, una composta di fragole, gelato al limone e acqua frizzante.
Mario è stato medaglia di bronzo alle olimpiadi della cucina artistica in Germania nel 2012 con il suo team e dal 2003 a oggi ha inventato più di 100 gusti “insoliti” di gelato, che nel tempo ha servito nella sua gelateria.
La sua è una vera e propria passione che coltiva con costanza e tanta tanta esperienza, ma anche con un pizzico di fiuto per le trovate pubblicitarie.
Quanto abbia peso un certo spirito sensazionalistico all’interno di un quadro generale fatto di esperienza e studio meticoloso e attento non è dato capirlo, ma Mario Ruzzoli non è certo alla sua prima creazione stravagante, e sappiamo che non si fermerà qui.
Portatemi un chilo e 800 grammi di lumache già sgusciate e trasformo anche quelle in un gelato“, ha detto. E negli anni ha già realizzato un gelato allo zimino, dal gusto di griglia e carne affumicata, un gelato al gusto lasagna e uno al pecorino, un gelato al gusto alici e al gorgonzola e pere.
Curiosi, in attesa del primo assaggio che sfati l’incredulità, ci domandiamo: quale potrebbe essere il prossimo gusto creato da Ruzzoli?

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here