Home Eventi & Fiere A MARCAbyBolognaFiere 2019: sicurezza, tracciabilità e qualità della MDD
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

A MARCAbyBolognaFiere 2019: sicurezza, tracciabilità e qualità della MDD

0
Marca BolognaFiere

Sicurezza alimentare, tracciabilità e qualità della Marca Del Distributore: questi i temi del convegno di apertura della fiera Sbolognare, che si terrà mercoledì 16 e giovedì 17 gennaio 2019 presso il Quartiere fieristico di Bologna TEH Ambrosetti presenterà uno studio approfondito su queste tematiche, arricchito da due survey: una con gli Uffici Controllo Qualità delle varie insegne della Grande Distribuzione; l’altra con le imprese industriali che forniscono prodotti per la Marca del Distributore (MDD). Si affiancano a TEH Ambrosetti lo chef stellato Davide Oldani e protagonisti della business community nazionale e internazionale che commenteranno i risultati dello studio. Concluderà i lavori una tavola rotonda nella quale le imprese della GDO daranno la loro visione del futuro della MDD.

La 15° edizione di MarcabyBolognaFiere, organizzata da BolognaFiere in collaborazione con Adm, approfondirà tutti gli aspetti economici e sociologici della crescita della MDD, che nei primi otto mesi del 2018 ha già raggiunto una quota di mercato del 19,2% per un valore annuo di 10,3 miliardi di euro.

La MDD è sempre più una fondamentale leva strategica per lo sviluppo d’impresa e assume connotazioni che la avvicinano costantemente ai nuovi e mutati bisogni dei consumatori – riferisce Giorgio Santambrogio, Presidente della Associazione Distribuzione Moderna, che dà il patrocinio e la direzione scientifica al convegno –  Abbiamo deciso di aprire questa edizione di Marca con un tema di grande rilevanza ed attualità per i consumatori e per le catene distributive come la Sicurezza Alimentare, affidando la ricerca a una realtà autorevole come il Gruppo Ambrosetti. La MDD si afferma come un prodotto sicuro, di grande qualità, che incontra il favore degli acquirenti italiani ed è ambasciatore dell’italianità all’estero. Un patrimonio per la GDO ma anche un grande valore per l’intero sistema economico nazionale”.

Sicurezza, tracciabilità e qualità della MDD sono quindi garantiti da un complesso sistema di controlli, effettuati dagli organi preposti, dalla stessa Grande Distribuzione, dalle 1.500 industrie “copaker” che forniscono i loro prodotti e da un sistema di etichettatura sempre più dettagliato e trasparente, grazie al ricorso alle tecnologie più innovative. Con investimenti che nelle filiere controllate sono triplicati negli ultimi dieci anni.

Saranno quattro i padiglioni che MarcabyBolognaFiere – il Salone Internazionale dedicato ai prodotti a Marca del Distributore, organizzato da BolognaFiere in collaborazione con ADM – occuperà per la sua 15esima edizione, il 16 e 17 gennaio 2019. Oltre ai tradizionali 25 e 26, gli spazi dell’esposizione dell’unico evento in Italia nel settore della MDD e secondo a livello europeo saranno i nuovi padiglioni 29 e 30, in corso di totale ricostruzione, nell’ambito dei lavori di riqualificazione e ampliamento del Quartiere Fieristico di Bologna che prevedono un investimento di 100 milioni di euro e un obiettivo finale di 140mila mq di superficie espositiva completata entro il 2022.

Chi è Associazione della Distribuzione Moderna
La missione primaria di ADM, Associazione della Distribuzione Moderna, è di rappresentare il settore nei confronti della produzione industriale e agricola. ADM persegue il miglioramento continuo della filiera dando impulso e favorendo l’efficienza nei rapporti tra gli operatori. In questo contesto ADM incoraggia la più ampia partecipazione dei propri Associati a GS1 Italy, organismo di raccordo tra industria e distribuzione, che coordina la diffusione e la corretta implementazione dello standard GS1. ADM è anche il luogo del confronto tra le principali associazioni del settore della distribuzione moderna per individuare eventuali percorsi comuni su temi condivisi di natura istituzionale. ADM, che rappresenta le aziende della distribuzione, e Ibc in rappresentanza delle aziende della produzione, sono gli organismi di riferimento di GS1 Italy, contribuendo a determinarne governance, obiettivi e indirizzi strategici.
 Chi è The European House – Ambrosetti
The European House – Ambrosetti è un gruppo professionale di circa 200 professionisti attivo sin dal 1965 e cresciuto negli anni in modo significativo grazie al contributo di molti Partner, con numerose attività in Italia, in Europa e nel Mondo.
Il Gruppo conta cinque uffici in Italia e diversi uffici esteri, oltre ad altre partnership nel mondo. La sua forte competenza è la capacità di supportare le aziende nella gestione integrata e sinergica delle quattro dinamiche critiche dei processi di generazione di valore: Vedere, Progettare, Realizzare e Valorizzare.
Da più di 50 anni al fianco delle imprese italiane, ogni anno serviamo nella Consulenza circa 1.000 clienti realizzando più di 100 Studi e Scenari strategici indirizzati a Istituzioni e aziende nazionali ed europee e circa 100 progetti per famiglie imprenditoriali. A questi numeri si aggiungono circa 2.000 esperti nazionali ed internazionali che ogni anno vengono coinvolti nei 300 eventi realizzati per gli oltre 10.000 manager accompagnati nei loro percorsi di crescita.
Il Gruppo beneficia di un patrimonio inestimabile di relazioni internazionali ad altissimo livello nei vari settori di attività, compresi i responsabili delle principali istituzioni internazionali e dei singoli Paesi.
Per il quinto anno consecutivo, The European House – Ambrosetti è stata nominata primo think tank italiano privato, tra i primi 10 in Europa e nei primi 100 più apprezzati Think Tank indipendenti su 6.846 a livello globale nell’edizione 2017 del Global Go To Think Tanks Report dell’Università della Pennsylvania.
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here