Home Vino & Spumante Vino: abbinamenti e scelte per il pranzo di Pasqua e Pasquetta 2020

Vino: abbinamenti e scelte per il pranzo di Pasqua e Pasquetta 2020

0

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

La scelta del vino per il pranzo di Pasqua e Pasquetta passa attraverso gli abbinamenti dei piatti della tradizione. La carne la fa da padrona ma le tradizioni variano di regione in regione; e così l’ampia gamma di sfumature e profumi dei nostri territori offre un ventaglio di possibilità ampio, che permette di spaziare in tutta la penisola.

Ecco alcune varietà da provare.

Vermentino e Tinata di Monteverro: un bianco e un rosso per brindare alle festività

A dispetto della tradizione che la vorrebbe festeggiata “con chi vuoi”, mai come quest’anno la Pasqua sarà una festa in famiglia, alla scoperta del calore degli affetti e del gusto delle piccole cose, come un bel pranzo, cucinato con amore sperimentando ricette o affidandosi ai suggerimenti degli chef, un ponte culinario tra tradizione e innovazione. E diventa quasi scontata la scelta del vino giusto, che esalti i sapori delle pietanze, che si destreggi tra primi e secondi, con versatilità.

Monteverro – cantina gioiello dolcemente adagiata su quella nota ai più come la Costa d’Argento tra Capalbio e il mare – propone il suo Vermentino, autoctono di razza, elegante e di carattere, perfetta espressione del suo territorio, la Maremma. È l’abbinamento perfetto con un piatto di pesce, delicato e aromatico. Se non abbiamo sotto mano una ricetta adatta, ci viene in soccorso la proposta dello Chef Alessandro Zannoni, della Locanda rossa di Capalbio: “Gamberi al vapore con cipolle caramellate e julienne di verdure al ghiaccio”.  La freschezza del Vermentino – vitigno bianco della costa toscana – il suo sentore minerale e il suo profumo di erbe e fiori estivi, di mela cotogna e di pera sapranno esaltare con audacia la delicatezza di questa proposta gourmet. È anche il sodalizio perfetto con antipasti o da solo, come semplice aperitivo.

Per chi ama i rossi, la scelta è il sinuoso e vellutato Tinata, un omaggio ai grandi vitigni del Rodano, il Syrah – che gli dona il sentore fruttato, il vigore e il corpo – e il Grenache – che gli conferisce freschezza ed eleganza. Deciso, ricco di note aromatiche, ma anche morbido ed elegante è il compagno perfetto per piatti di carne, con carni e formaggi. Lo chef consiglia di servirlo con un “filetto di manzetta maremmana alle erbe con padellaccia di verdure e cicoria ripassata”.

Monteverro non è aperta al pubblico in questo momento, ma lo shop online è attivo:

Per maggiori informazioni su Monteverro registrarsi su

https://www.monteverro.com/it/mailing-list/account/

Le proposte di Tenuta Valle delle Ferle

L’azienda vitivinicola siciliana Valle delle Ferle, situata nella zona di Modica, ha attivato il suo shop online per venire incontro alle esigenze dei consumatori di tutta Italia in questa Pasqua sui generis. Claudia Sciacca e Andrea Annino, titolari della cantina, hanno selezionato una serie di etichette che ben si accordano con i piatti della tradizione pasquale.

Rosato Vittoria DOC

Il Rosato Vittoria DOC da Cerasuolo di Vittoria 2018, dal colore rosa tenue al naso da note di fragoline di bosco e ciliegie rose, mentre al sorso è vivace con una freschezza piacevole e una chiusura leggermente amarognola che pulisce il palato e prepara al boccone ed al sorso successivo. Un vino perfetto accostato alle uova sode, alle verdure grigliate, al pesce e alle torte salate che compongono l’antipasto.

Cerasuolo di Vittoria DOCG

L’annata 2016 del Cerasuolo di Vittoria DOCG con la sua eleganza e il regale si presenta al calice con un bellissimo colore rosso rubino, al naso è intenso con sentori dominanti di frutti rossi come more, mirtilli, ciliegie, ma anche melograno che si arricchiscono alle note speziate di pepe rosa. Al sorso è avvolgente, equilibrato con un’ottima persistenza. Per queste sue caratteristiche è perfetto in abbinamento con i primi più elaborati come la pasta con ragù sostanziosi o lasagne e cannelloni al forno ripieni di carne.

Nero d’Avola 2016 Vittoria DOC

Il Nero d’Avola 2016 Vittoria DOC è un Nero d’Avola capace di andare fuori dagli schemi, fedele interprete del territorio senza aver avuto la necessità di passaggi in legno. Al naso è fruttato evidenziando note di frutti rossi come l’amarena, la ciliegia, le more e una piacevole speziatura. Risalta all’assaggio la sua pura eleganza, con un tannino ancora in evidenza ma morbido ben contrastato dall’acidità: un vino complesso, austero e ben strutturato che dichiara, appena versato, la sua lunga e piacevole persistenza. Questa sua complessità lo rendono ideale per accompagnare i tradizionali piatti a base di agnello, capretto o abbacchio.

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here