Home Notizie Attualità Un decreto sancisce la nascita dei distretti del cibo siciliano

Un decreto sancisce la nascita dei distretti del cibo siciliano

arancini siciliani

Un decreto dell’assessore regionale dell’agricoltura Edy Bandiera funge da data di nascita dei distretti del cibo siciliano.

L’intento è quello di fornire uno strumento per fare rete e valorizzare il settore agroalimentare siciliano, promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, ma anche garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale.

I distretti sono delle aree per uno strumento che mira a promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, l’integrazione di attività caratterizzate da “prossimità territoriale”. Fare sistema nei territori per valorizzarne non soltanto le migliori produzioni agricole, ma l’intero indotto che ruota intorno ad un territorio: ricettività turistica, percorsi enogastronomici, storia, arte e cultura.

Potranno costituirsi in “Distretto”: gli imprenditori agricoli, singoli o associati, le imprese che operano nel settore agricolo e agroalimentare, le società cooperative, le organizzazioni di produttori, le imprese addette alla trasformazione, distribuzione e/o commercializzazione ma anche associazioni di categoria, imprese del settore ittico e della pesca ed ancora enti locali, imprese che operano nel settore della ricettività turistica, organizzazioni che operano nel settore della promozione del territorio ai fini della valorizzazione del patrimonio monumentale, naturale e paesaggistico, gruppi di azione locale ed enti pubblici.

Ai nuovi organismi possono aderire anche associazioni di categoria, imprese del settore ittico e della pesca, enti locali, imprese che operano nel settore della ricettività turistica, organizzazioni che promuovono il patrimonio monumentale, naturale e paesaggistico, Gruppi di azione locale.

Definiti i distretti tutti coloro che ne faranno parte dovranno sottoscrivere un “Accordo di Distretto” finalizzato a rafforzare la promozione, la sostenibilità ambientale e la crescita socio economica dell’intera area territoriale. L’accordo che sarà formalizzato dovrà anche riportare gli obiettivi, il programma e soprattutto i risultati attesi.

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: