Home Indagini e Ricerche Tendenze occupazionali giugno 2019: la ristorazione al primo posto
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Tendenze occupazionali giugno 2019: la ristorazione al primo posto

0

Il Sistema Informativo Excelsior, Unioncamere – ANPAL, effettua rilevazioni mensili dal 2017. L’ultimo bollettino pubblicato è focalizzato sulle principali caratteristiche delle entrate programmate nel mese di giugno 2019, con uno sguardo sulle tendenze occupazionali per il periodo giugno-agosto 2019.

Nello studio sono presentate le principali professioni richieste dalle imprese per il mese di giugno 2019, sia a livello complessivo che per area aziendale di inserimento.

In particolare, nell’area aziendale di produzione di beni ed erogazione del servizio sono attese 228.130 entrate (48% del totale), di cui il 25,4% sarà difficile da reperire. Nelle Aree commerciali e della vendita si attendono 101.050 entrate, mentre nelle Aree della logistica le entrate stimate sono 50.070, di cui 13.820 agli Acquisti e movimentazione interna merci e 36.250 in Trasporti e distribuzione.

I dati raccolti hanno permesso di stilare la classifica delle 10 professioni più richieste del mese:

  • Addetti nelle attività di ristorazione – 100.920 (di cui il 23,7% difficile da reperire)
  • Personale non qualificato nei servizi di pulizia – 44.050 (16,1% difficile da reperire)
  • Addetti alle vendite – 42.080 (13,6% difficile da reperire)
  • Conduttori di veicoli a motore – 20.540 (36% difficile da reperire)
  • Impiegati addetti alla segreteria e agli affari generali – 15.120 (15,4 difficile da reperire)
  • Personale non qualificato addetto allo spostamento e alla consegna merci – 12.980 (9,3% difficile da reperire)
  • Tecnici dei rapporti con i mercati – 12.830 (40,7 difficile da reperire)
  • Artigiani e operai specializzati nelle costruzioni e nel mantenimento di strutture edili – 11.920 (20% difficile da reperire)
  • Conduttori di macchine movimento terra, sollevamento e maneggio dei materiali – 11.160 (24,8% difficile da reperire)
  • Impiegati addetti all’accoglienza e all’informazione della clientela – 11.030 (20,5% difficile da reperire)

I giovani fino ai 29 anni

Un focus dello studio presenta la situazione della richiesta di giovani dalle imprese nel mese in corso, con un dettaglio sulle professioni e i settori di attività che richiedono maggiormente il settore giovanile.

In particolare, su 473.570 entrate totali nel mese di giugno, 147.120 (il 31%) sono giovani.

Fra i principali settori di attività che ricercano giovani troviamo i Servizi di alloggio e ristorazione; servizi turistici. Sul totale del settore, le aziende ricercano per il 36% under 29, per il 37% dichiarano “indifferente” l’età e per il 26% trentenni e oltre.

Personale femminile

Lo studio riserva una sezione anche alle entrate di personale femminile. Al primo posto troviamo, ancora una volta, i Servizi di alloggio e ristorazione; servizi turistici. Qui il 27% del personale richiesto è femminile, il 16% maschile e il 57% cerca ambosessi, ritenendoli ugualmente adatti alle mansioni da svolgere.

Il commento di Fipe

Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi commenta i dati diffusi dallo studio Excelsior, sottolineando come la ristorazione risulti traino dell’occupazione d’estate. Nel mese di giugno si creano oltre 100 mila posti di lavoro, ma per uno su quattro non si trova personale.

I dati Excelsior sui fabbisogni occupazionali delle imprese nel mese di giugno parlano chiaro: a trainare la domanda di assunzioni è la filiera turistica ed in tale ambito il ruolo di primo piano spetta alla ristorazione con 101mila nuove assunzioni, oltre il 20% di quelle totali, che ammontano a 473mila”.

E la Federazione conclude sottolineando il dato più preoccupante, che dovrebbe far riflettere sulle concause generanti e sulle possibili soluzioni: “in un caso su quattro le imprese hanno difficoltà a trovare figure professionali adeguate al profilo richiesto, soprattutto tra il personale di sala”.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (3)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here