Home Attualità Sulla riviera romagnola 3.000 stagionali da arruolare
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Sulla riviera romagnola 3.000 stagionali da arruolare

0

È in pieno svolgimento la campagna degli alberghi della riviera romagnola per arruolare lavoratori stagionali in vista dell’estate.

Mille gli alberghi a Rimini, numero che sale a 1.100 con i residence turistici e 2.200 nelle cinque località costiere di Rimini, Riccione, Cesenatico, Cattolica, Bellaria Igea Marina. Secondo le stime dell’Associazione albergatori, sono da assumere ancora 3.000 stagionali nei circa 600 alberghi che apriranno i battenti nel lungo ponte di Pasqua, parte dei quali operativi sino al 2 maggio.
Ad essere ricercati sono soprattutto personale di sala e ai piani che sembrano attualmente mancare. Gran parte delle strutture, fanno sapere dall’Associazione, sia a Rimini che nel resto della Riviera, ha quasi completato i propri organici estivi.
L’associazione lamenta, però, la scarsa qualificazione del personale: il personale qualificato si propone al miglior offerente, ci sono vere e proprie aste tra hotel per contendersi gli chef e gli addetti di sala più bravi.

In riviera continua a diminuire il personale proveniente dalla Romania a fronte dell’aumentare del personale proveniente dall’Egitto specialmente nell’ara di Rimini sud. Gli egiziani hanno un’ottima preparazione – spiega un albergatore di Miramare – perché si sono formati nei 4 e 5 stelle di Sharm e Hurghada. E sono bravi anche nei piani a curare le camere, ma anche in cucina come aiuti. Si conferma infine il fenomeno già emerso la scorsa estate del ‘personale in appalto’, vale a dire chi ha una apertura annuale che appalta il proprio personale a strutture stagionali attraverso agenzie.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here