Home Attualità Stop definitivo alla pesca elettrica nell’Unione Europea dall’Europarlamento
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Stop definitivo alla pesca elettrica nell’Unione Europea dall’Europarlamento

0
pesca

Come vi avevamo raccontato in questa news del 18 febbraio L’Unione Europea vieta la pesca elettrica, era stato sbloccato a febbraio 2019 l’iter del nuovo regolamento sulle misure tecniche della pesca, in discussione da quasi tre anni.

Il 16 aprile è giunto dall’Europarlamento il via libera, puramente formale, che rende il tutto ufficiale e operativo: la pesca elettrica sarà vietata nell’Ue dal 2021, ma i singoli Stati potranno farlo immediatamente.

Nel periodo tra la pubblicazione del regolamento sulla Gazzetta ufficiale da qui a poche settimane, e il 1 luglio 2021, il numero di pescherecci autorizzati a proseguire la pratica della pesca elettrica sarà drasticamente ridotto.

BLOOM: la campagna a favore della pesca sostenibile

BLOOM è un’associazione senza fini di lucro fondata nel 2005, che lavora per la salvaguardia degli oceani e la difesa di attività di pesca ecologicamente e umanamente sostenibili attraverso campagne di sensibilizzazione, azioni mirate e iniziative educative, nonché la ricerca scientifica.

Da anni l’associazione è impegnata nella salvaguardia della pesca sostenibile e contro la pesca elettrica, a sostegno dei pescatori che praticano da sempre metodi sostenibili dal punto di vista ambientale. La campagna ha avuto sempre maggiore risonanza, fino a coinvolgere numerosi attori che hanno reso possibile un vero e proprio cambiamento rivoluzionario nel settore.

Dopo la nostra prima denuncia delle licenze illegali, i pescatori artigianali degli Hauts-de-France hanno contattato BLOOM. Condividevamo visioni e richieste: abbiamo quindi formato un’inedita coalizione di organizzazioni non governative, insieme ad associazioni di pescatori artigianali uniti dallo stesso nostro spirito combattivo. È così che le nostre rivendicazioni sono giunte alle orecchie degli eurodeputati e siamo riusciti a ottenere il voto favorevole in plenaria, il 16 gennaio 2018“, ricorda Mathieu Colléter, responsabile delle relazioni istituzionali di BLOOM.

Nel tempo è giunto il preziosissimo sostegno da parte dei pescatori artigianali belgi, inglesi, olandesi, spagnoli e italiani. Inoltre l’Associazione dei pescivendoli della Francia, la grande distribuzione (gruppo Intermarché, Biocoop, Carrefour e Méricq), gli chefs del circuito Relais & Châteaux, il Collège Culinaire de France e alcuni chefs dell’associazione Euro-Toques hanno sostenuto la campagna BLOOM, rifiutando le forniture di pesce ottenuto con la pesca elettrica e sensibilizzando l’opinione pubblica sugli effetti catastrofici di questa tecnica di pesca.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here