Home Food Delivery Stellato, il delivery gourmet “quasi pronto”

Stellato, il delivery gourmet “quasi pronto”

STELLATO è la box delivery frutto della collaborazione tra Simone Sabaini e Stefano Ciotti, che porta a casa un'esperienza gourmet

Stellato, il delivery gourmet

STELLATO è la nuova startup gourmet frutto della collaborazione tra Stefano Ciotti del ristorante Nostrano di Pesaro (1 stella Michelin) e Simone Sabaini di Sabadì. Un delivery di altissimo livello allo stesso tempo facile e veloce che arriva in tutta Italia

STELLATO è l’avventura che unisce Simone Sabaini, imprenditore il cui nome è diventato, attraverso la sua azienda Sabadì, il sinonimo del cioccolato di Modica d’eccellenza, e Stefano Ciotti.
Un’idea nata durante il lockdown quella di un delivery “particolare” che adegua la proposta di food delivery a un’offerta particolare come quella di un ristorante stellato.
“Se non adegui la tua offerta di delivery al tuo tipo specifico di ristorazione non funziona come potrebbe”: su questo Stefano e Simone non hanno alcun dubbio. Una sintonia tale che li ha portati a presentare insieme STELLATO “ALTA CUCINA, QUASI PRONTA, A CASA TUA”. Proprio in questo payoff è raccontata la differenza rispetto ai delivery tradizionali: il brand consegna a casa piatti quasi pronti che il cliente deve solo finire, con pochi e semplici passaggi che vengono spiegati in maniera altrettanto semplice.

Per chi è stato pensato STELLATO?

Se lo chiedete allo chef Stefano Ciotti vi risponderà “per tutti coloro che guardano i talent show culinari in televisione”. Perché si tratta di un delivery per chi ama la buona cucina e la passione e la creatività che fanno parte di questo mondo. Ma con le STELLATO BOX c’è “interazione”, perché si tratta di un’esperienza attiva, non si guardano dei concorrenti ai fornelli ma si ascoltano “gli aiuti da casa” dello chef che spiega “di persona” quali sono i pochi “gesti” da fare per portare in tavola dei piatti al top.
Su ogni BOX, infatti, si trova un QR code dal quale apparirà un video tutorial dello chef Stefano Ciotti che spiega per filo e per segno cosa si deve fare. Molto semplice perché all’interno delle box si trovano piatti scomposti semilavorati e i video tutorial consentono di concludere la cottura garantendosi un risultato STELLATO.

LE BOX ATTUALMENTE DISPONIBILI:

1) ORTO
Risotto al verdicchio e pecorino, carota e cremoso ai semi di zucca
Carciofo alla brace, pancotto di carciofi all’origano, crumble di olive e salsa
d’orzo, liquirizia e anice.

2) TERRA
Cappelletti tradizionali chiusi al ferro, crema di parmigiano affumicato, sugo
d’arrosto
Millefoglie di manzo, porri e finocchi alla pizzaiola, purè di patate alle erbe,
chips di olive taggiasche

3) MARE
Fagottelli di patate e baccalà, sugo di calamari e aglio nero di Voghiera
Capesante alla Giulio Cesare, hummus di ceci e cipolla di Tropea fermentata

Extra stellato OLIVE alla Rossini
Come un’oliva all’ascolana, croccante e succulenta, arricchita da un ripieno di macinato scelto di vitellone marchigiano, carne e foie gras d’anatra, tartufo nero

RICORDO DI UN PASSATELLO
Croccanti e filanti bon bon di parmigiano reggiano che profumano di passatelli, di casa e di nonna.

PIADINA ALLA BRACE
Una piadina arricchita nel suo impasto con patate e rosmarino, cotta sulla griglia, con tutti i profumi della carbonella

MI.TO NOSTRANO
Un Milano Torino tutto nostrano, con profumi di noce, foglie di carciofo ed erbe provenzali.

TORTA DELLE ROSE
La classica torta di rose, arrotolata con un burro di montagna profumato con scorze di arancio e di limone, mono porzione. Accompagnata da una soffice crema di zabaione al marsala De Bartoli.

TORTINO COLANTE AL CIOCCOLATO BIANCO E RHUM, SALSA DI COCCO E LIME, CIALDA CROCCANTE AL SESAMO E LIME.
Un tortino dal cuore colante, direttamente dal tuo forno in pochi minuti.

STELLATO è un delivery a livello nazionale e garantisce la logistica del freddo

STELLATO come “ANTISTRESS”

Considerato che il lavoro importante di cucina “a monte” è realizzato dallo chef Stefano Ciotti basta semplicemente finalizzare con le proprie mani, anche se non hanno mai fatto corsi di cucina amatoriale o non hanno esperienza ai fornelli, dei piatti impeccabili. STELLATO è una cucina antistress che alla fine regala anche un po’ di autostima.
In ogni BOX di STELLATO non ci sono solo ingredienti meravigliosi che compongono una cucina succulenta e precisa ma l’anima e il cuore di uno chef, basta ordinare una STELLATO box e dare un tocco finale, per sentirlo pulsare.

Classe 1973, nato a Rimini, Stefano Ciotti si forma nelle cucine di Gino Angelini e Vincenzo Cammerucci. Crescendo, affina il suo stile tra i fornelli in ristoranti di alto livello: tra questi, il Don Alfonso 1890 di Alfonso Iaccarino, dove si confronta con la colorata cucina del Sud; svariati eventi a fianco di Gianfranco Vissani; l’Armani Cafè a Parigi. Poi, quand’è al Carducci 76/Vicolo Santa Lucia di Cattolica, nel 2009 riceve il titolo di miglior Cuoco Emergente Italia del Nord da Luigi Cremona, mentre l’anno successivo ottiene il riconoscimento più ambito, la stella Michelin.
La sua strada però continua, non si ferma: dirige il ristorante Urbino dei Laghi che, in soli due anni, porta tra le 10 pizzerie gourmet d’Italia. Nel 2015 decide di aprire il suo ristorante, il “Nostrano”, precisamente a Pesaro, sul lungomare. Qui bellezza e artigianato coesistono tanto in cucina quanto in sala. Il cliente riscopre l’eccellenza delle materie prime, sia negli arredi in sala sia nei piatti in cui Ciotti coniuga tecniche moderne con procedimenti casalinghi. Una visione e una realtà premiate nuovamente nel 2017 con la stella Michelin.
www.stefanociotti.it
Veronese di nascita, dopo un’esperienza nel mondo della finanza, decide di cambiare vita.
Dopo quattro anni in Altromercato, dove ha l’opportunità di lavorare a stretto
contatto con produttori di cacao e zucchero in Sud America, decide di fare un ulteriore passo verso il suo concetto di Qualità della Vita e si trasferisce a Modica, folgorato dalla sua bellezza e dai ritmi lenti.
A Modica fonda Sabadì con l’obiettivo di elevare il livello qualitativo del cioccolato di
Modica, convinto delle sue grandi potenzialità in termini di gusto.
Quelle che per gli altri produttori sono caratteristiche del cioccolato di Modica per Simone sono dei difetti e decide pertanto di produrre un cioccolato di Modica che, pur essendo tradizionalmente lavorato a freddo e senza burro di cacao aggiunto, si mantiene lucido e compatto, con una forte persistenza del cacao e senza una troppo invadente percezione di zucchero.
Dal 2012 e per 9 anni consecutivi Sabadì viene premiato con la Tavoletta d’Oro come “Miglior Cioccolato di Modica” dalla Compagnia del Cioccolato (l’associazione dei consumatori di cioccolato, che ne tutela il consumo, verificando la qualità dei cioccolati, così da informare e orientare i propri soci).
Dal 2015 Simone inizia una imponente opera di recupero e valorizzazione dell’area
che circonda il Duomo di San Giorgio a Modica.
Dopo anni di sperimentazione nel 2018 apre a Modica la prima cantina al mondo per l’affinamento del cioccolato creando una nuova categoria di cioccolato. Un cioccolato “profumato” attraverso un processo naturale di affinamento: grazie alla sua componente grassa, il cacao assorbe spontaneamente le note aromatiche di cui viene circondato.
7 tipologie di affinamento proposte da Sabadì per cioccolati in tiratura limitata: tabacco, the, fiori, erbe, spezie, resine, e barrique. Il forte tasso di innovazione in tutti i prodotti proposti unita alla selezione maniacale della materia prima (biologica, da presidi slow food ed equo solidale) portano Sabadì ad essere presente nei più importanti Department Stores del lusso del mondo, ad esportare in oltre 30 paesi e ad essere distribuito in più di mille negozi di eccellenza in Italia.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: