Home Indagini e Ricerche Spumante: 92 mln di bottiglie fra Natale e Capodanno

Spumante: 92 mln di bottiglie fra Natale e Capodanno

0
spumante

Si avvicina il momento in cui saluteremo il 2018 per accogliere un nuovo anno ricco di aspettative e buoni propositi e, come da tradizione, al ristorante o a casa, in famiglia o con gli amici si brinderà per festeggiare.
Secondo le stime dell’osservatorio Ovse-Ceves, tra le feste di Natale e Capodanno saranno stappate in media più di 3 milioni di bottiglie al giorno, con punte di 10-12 milioni a Natale e 28-30 a Capodanno. In totale saranno oltre 92 milioni le bottiglie di spumante consumate durante le festività natalizie, cioè poco meno del 50% del consumo totale dell’anno intero, cui vanno aggiunte circa 3,5 milioni di vini sparkling stranieri e, di questi, 3,1 milioni costituite da Champagne.
Rispetto alle ricorrenze 2017, brindisi in crescita del +4,9% (erano 86 milioni le bottiglie stappate nell’anno precedente) per un giro d’affari al consumo che cresce del 6,3% (era 805 milioni di euro lo scorso anno).
Secondo Giampietro Comolli, presidente di Ovse e Ceves si tratta di un valore di 370 milioni di euro all’origine in cantina che al consumo sviluppa un giro d’affari record di 860 milioni di euro. E la crisi poco incide, visto che stappare una bottiglia di bollicine significa un inno alla gioia, alla speranza, alla fiducia.
Secondo l’analisi, ci troviamo di fronte a un consumatore molto più attento ai prezzi, laddove l’enoturismo fa conoscere più da vicino i prezzi in cantina di una bottiglia di vino.
Le etichette italiane vincono su tutto e il Cartizze Brut fa faville, soppiantando il Dry. Si brinda anche con Nebbiolo delle Langhe Rosé, metodo tradizionale, e i Lambrusco Rosé e Rossi, tutti ottenuti con il metodo tradizionale.
Traino per le bollicine è anche la possibilità di fare un regalo importante di target medio-alto alle persone mature, mentre fra i giovani (16-40 anni) è in forte incremento il consumo in bar diurni e serali, in cene domestiche e al ristorante, soprattutto per le cene di gruppo. Cresce anche il consumo in strada e per il secondo anno consecutivo (non accadeva dal 2010 a conferma del dato in controtendenza) vanno molto bene i consumi negli alberghi stellati e nei grandi ristoranti. Continua poi il successo degli acquisti al supermercato per i consumi domestici e, grazie alle promozioni, 22 milioni di italiani acquisteranno almeno 1,7 bottiglie di spumanti a testa per queste feste.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here