Home Associazioni Sport e gelato: un manifesto approva l’accoppiata come vincente
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Sport e gelato: un manifesto approva l’accoppiata come vincente

0
Istituto del Gelato Italiano - Manifesto dell'Alimentazione dello Sportivo

È arrivato il Manifesto dell’Alimentazione dello Sportivo con le regole d’oro su come mangiare quando si fa attività fisica.

Il manifesto stilato dai nutrizionisti dell’Istituto del Gelato Italiano (IGI), con le corrette e sane abitudini alimentari degli sportivi, è stato presentato a Roma con due testimonial d’eccezione: la ginnasta Vanessa Ferrari e il pallanuotista Amaurys Perez.

Secondo il Manifesto curato da IGI, l’identikit del pasto perfetto per lo sportivo è: leggero, sano, gustoso e nutriente.

In particolare, uno dei fattori fondamentali che regola le scelte alimentari nella quotidianità di uno sportivo è la digeribilità.

Secondo Michelangelo Giampietro, Medico dello sport e nutrizionista, nonché Presidente di IGI, le regole d’oro possono riassumersi nell’acronimo MIRA, “ovvero Mastica, Idratati, Riposa, Aspetta“.

Masticare a lungo per facilitare la digestione e non essere indotti a mangiare una quantità eccessiva di alimenti. Idratarsi nel modo corretto e nella quantità migliore. Riposarsi, perché l’organismo ne ha bisogno perché nulla può garantire i vantaggi di un sano riposo. E infine l’Attesa, ovvero la costanza e la pazienza di attendere l’arrivo dei risultati. La vita dello sportivo – e non solo – è spesso caratterizzata da rinunce e sacrifici; non è il caso di penalizzare ulteriormente l’atleta, imponendo restrizioni alimentari non necessarie.

Un pasto completo e ricco dovrebbe essere consumato almeno 2 o 3 ore prima dell’allenamento, con preparazioni facili da digerire, come ad esempio un buon piatto di pasta, di alta qualità, condita in modo semplice e cotta per il tempo giusto. Infatti, qualità e cottura accurata garantiscono la migliore digeribilità dell’alimento.

La presentazione del Manifesto è stata anche l’occasione per il presidente di IGI di sfatare alcune false convinzioni dei consumatori in merito ai gelati confezionati. Per esempio il gelato confezionato italiano, al contrario di quanto pensi un 40% di consumatori intervistati dalla Doxa, non contiene Ogm. Stesso discorso per i coloranti: quelli contenuti nei gelati confezionati sono in quantità davvero esigue e di origine naturale.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (2)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here