Home Mercato Indagini e Ricerche Ristorazione: a Luglio 50.000 assunzioni in meno rispetto al 2019

Ristorazione: a Luglio 50.000 assunzioni in meno rispetto al 2019

Ristorazione: a Luglio 50.000 assunzioni in meno rispetto al 2019

Non si arresta a luglio la crisi dei pubblici esercizi e ciò si riflette anche e soprattutto nei dati dell’occupazione.

Fa il punto della situazione il Sistema Informativo Excelsior Unioncamere. Nonostante le figure professionali più richieste in questo periodo riguardino anzitutto le attività commerciali e del turismo a partire dagli addetti nelle attività di ristorazione (circa 57mila), questo dato sull’occupazione diventa disastroso se confrontato con i numeri del 2019.

I dati del Sistema informativo Excelsior – commenta l’ufficio studi Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi sui dati dell’occupazione nella ristorazione a luglio 2020- confermano il pesante impatto dell’emergenza sanitaria sull’occupazione nella ristorazione da tempo denunciato da Fipe-Confcommercio. Sono appena 56.920 le assunzioni previste dalle imprese a luglio 2020 a fronte di un dato 2019 che vedeva nello stesso mese un incremento dei posti di lavoro del +12,6% rispetto alla media annua, pari a poco meno di 105.000 unità”.

Dati sull’occupazione in Italia per regione

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
   

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: