Home Attualità Psicosi da Coronavirus: i ristoranti cinesi a Milano registrano -50% di fatturato

Psicosi da Coronavirus: i ristoranti cinesi a Milano registrano -50% di fatturato

0
ristoranti cinesi

Non si arrestano gli effetti negativi procurati dalla psicosi – ingiustificata – da Coronavirus sui ristoranti cinesi a Milano.
Giovanni Mao, presidente della Italian Chinese Business Association, ha fatto sapere che il calo di fatturato dei bar cinesi è del 20%, mentre per la ristorazione si registra il dato più negativo, con un calo del 50-60%. Per i negozi e supermercati il calo è del -40% circa e per l’abbigliamento del -35%.
I dati sono stati resi noti durante l’evento milanese Il Tè dell’Amicizia che ha voluto ribadire ancora una volta l’insensatezza di questa psicosi che ha portato moltissimi italiani a non frequentare più i ristoranti cinesi del capoluogo lombardo. Presenti all’evento la console generale cinese aggiunta a Milano Wang Huijuan e molti rappresentanti delle istituzioni locali e della Regione Lombardia, a testimonianza del pieno supporto alla comunità cinese.
La parte più sensibile e attenta della popolazione sta comunque facendo sentire la propria voce contro pregiudizi e paure infondate che rischiano di avere ripercussioni serie sul futuro di questi pubblici esercizi. Già nei scorsi giorni, come vi avevamo raccontato in questa news, non era tardato ad arrivare il supporto al mondo della ristorazione cinese da parte della foodblogger Francesca Noé con il lancio dell’hashtag #iovadoalcinese, un’appello a cui ha aderito anche il sito TheFork con sconti sulle preonotazioni. A Roma invece, nel quartiere Esquilino è apparsa un’opera della street artist Laika che vede rappresentata la proprietaria di uno dei ristoranti cinesi più famosi del quartiere accompagnata dalla frase “C’è in giro un’epidemia di ignoranza…Dobbiamo proteggerci”. La speranza è quella di non vedere sarracinesche abbassate da paure infondante.

ristoranti cinesi
fonte: Ansa.it
5/5 (2)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here