Home Ho.Re.Ca. Ristorazione POS unico per i buoni pasto: Pellegrini aveva già trovato la soluzione...

POS unico per i buoni pasto: Pellegrini aveva già trovato la soluzione al problema

Valentina Pellegrini interviene sul tema del POS unico per i gestori di buoni pasto e racconta come la Pellegrini avesse trovato una soluzione al problema efficiente e a costo zero fin dal 2014.

L’arrivo del POS unico per gli esercenti valido per tutti i buoni pasto è stato accolto con grande soddisfazione dalle associazioni di categoria e dai gestori.

Il POS unico consente un grande risparmio per i gestori e un alleggerimento nelle operazioni, cose che andranno certamente a migliorare e semplificare la vita degli esercenti. Ma ci sono aziende che già da tempo avevano elaborato soluzioni alternative per venire incontro ai propri clienti e migliorare il sistema.

È il caso della Pellegrini, che da anni ha adottato la soluzione del POS unico grazie al lancio del buono pasto elettronico spendibile sulla rete dei POS bancari.

Valentina Pellegrini, vice presidente di Pellegrini SpA, ci ha raccontato nel dettaglio il progetto.

Abbiamo appreso della conversione in Legge -120/2020 – del Decreto Legislativo 76/2020 (DL Semplificazione), che prevede al suo interno anche la messa a disposizione per gli esercenti di un POS unico per l’accettazione dei buoni pasto emessi da tutte le aziende del settore welfare.

Ci fa piacere ricordare, al proposito, che nel 2014 la Pellegrini ha lanciato il primo sistema di Buono Pasto Elettronico spendibile sulla rete dei POS bancari, già presenti presso gli esercizi che accettano i buoni pasto. La soluzione, di fatto, è l’unica che soddisfa già oggi la norma citata e utilizza lo standard bancario 8583 grazie al quale, senza necessità di installare alcun software aggiuntivo, il POS viene abilitato da remoto al riconoscimento del Buono Pasto Elettronico Pellegrini, che opera come una normale carta di credito” ha affermato la vice presidente, e aggiunge – L’attivazione avviene, dunque, senza alcun intervento fisico e senza alcun costo d’installazione di un nuovo hardware, configurandosi così come una soluzione ottimale anche dal punto di vista della sostenibilità economica e ambientale.

L’obiettivo è stato raggiunto conseguentemente agli accordi stipulati con i principali gestori dei terminali bancari: Banca Sella, C-Global, CartaSI (oggi Nexi), CSE, Mercury, Numera, Payments, Phoenix e Sinergia per il mondo delle Banche di Credito Cooperativo, UBIS del Gruppo Unicredit”.

Ma il progetto è ben più ampio, come Valentina Pellegrini ci dice “Ci fa piacere altresì evidenziare che la soluzione Pellegrini è aperta: si tratta di una carta certificata EMV e può essere facilmente adottata da tutti gli emettitori di buoni pasto, semplicemente replicando gli accordi da noi già stipulati con i gestori dei terminali bancari.

Il progetto risolve all’origine sia le necessità evidenziate dai pubblici esercizi circa i costi e lo spazio legati alla dotazione di un POS per ogni singola azienda emettitrice sia quelle delle aziende clienti e degli utilizzatori di buoni pasto, in quanto garantisce la più ampia spendibilità.- e aggiunge – Desideriamo, infine, evidenziare che, nella costante ricerca di proporre a clienti ed esercenti soluzioni all’avanguardia nella digitalizzazione abbiamo sviluppato un’ APP che consente di accedere ai servizi dal proprio telefonino, tablet, computer etc, rendendo superflua la carta fisica.

Usufruire di una tecnologia e di un network già disponibili è una soluzione vantaggiosa, semplice ed economica per l’emettitore, il cliente e il ristoratore. Per noi è stato naturale, poiché oltre ad essere emettitori di buoni pasto, siamo imprenditori della ristorazione da 55 anni“.

 

Pellegrini. La Pellegrini, fondata dal Cavaliere del Lavoro Ernesto Pellegrini nel 1965, oggi è una realtà che si occupa di servizi dedicati alle aziende in Italia e all’estero e ha fatto registrare nel 2019 ricavi per 670 milioni di euro.
Valentina Pellegrini, Vice Presidente, affianca Ernesto Pellegrini nella gestione, quale seconda generazione.
Sono più di 9.400 i dipendenti della Pellegrini, distribuiti fra le sedi di Milano, Roma, Mendrisio (Svizzera) e i tanti appalti in giro per il mondo.
Il business dell’azienda si basa su 5 attività: Ristorazione Collettiva, Welfare Solutions (con i buoni pasto in prima fila), Pulizie Sanificazioni e Servizi Integrati, Distribuzione Automatica, lavorazione della carne e forniture alimentari.
L’Accademia Pellegrini è il centro di eccellenza dell’azienda, dedicato alla ricerca, allo sviluppo di nuove soluzioni e processi e alla formazione dei manager, dei cuochi e degli addetti di ogni divisione.
Per volontà della famiglia imprenditrice, la Pellegrini reinveste nell’azienda tutti i propri utili.
La Pellegrini sostiene dal 2014 la Fondazione Ernesto Pellegrini ONLUS, la cui prima attività è stata la creazione a Milano del ristorante solidale Ruben. www.gruppopellegrini.it

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

Print Friendly, PDF & Email
4.5/5 (2)

Lascia una valutazione

Condividi su: