Home Food Delivery Pizzium punta sul delivery e sceglie Uber Eats come partner

Pizzium punta sul delivery e sceglie Uber Eats come partner

L'accordo con Uber Eats permetterà a Pizzium di puntare sul delivery, servizio diventato indispensabile dal lockdown in poi e con una domanda in continua crescita.

Pizzium, concept di Pizzerie che conta 20 locali nel nord e centro Italia, continua il potenziamento del servizio delivery e stringe una partnership in esclusiva con Uber Eats, piattaforma di food delivery presente in Italia dal 2016 e, ad oggi, operativa in 20 città su tutto il territorio nazionale. In poco più di 4 anni UberEats è diventata l’app di food delivery più scaricata al mondo e, ad oggi, è presente in oltre 6mila città di 45 paesi in tutti e 6 i continenti.

La capacità che ha Uber Eats di mettere in relazione commercianti e consumatori è uno dei punti di forza che ha spinto Pizzium a scommettere su questa realtà. Il background tecnologico e l’expertise logistica di Uber Eats permettono, infatti, di offrire un servizio efficiente e di qualità, garantendo i tempi di consegna al di sotto dei 30 minuti e raggiungendo anche località periferiche e non solo i grandi centri urbani. La crescita registrata da Uber Eats viaggia di pari passo al numero di servizi offerti ai consumatori e ai ristoratori che ogni giorno scelgono Uber Eats, come ad esempio la consegna contactless, per evitare il contatto fisico in questo periodo delicato; l’opzione Pick Up che permette agli utenti di ritirare i piatti direttamente dal ristorante dopo aver ordinato dalla piattaforma, evitando così il costo di consegna; e il cash payment: ovvero la possibilità di pagare l’ordine tramite la carta di credito registrata sulla app oppure in contanti direttamente al corriere.

Siamo stati tra i primi a riorganizzarci e a scommettere fortemente sul delivery quando la situazione pandemica si è fatta critica” spiega Stefano Saturnino, AD di Pizzium, “un buon servizio delivery è un asset che ci ha molto sostenuto nel periodo di lockdown e anche nei mesi successivi, riteniamo che sia strategico anche in futuro. Scommettiamo su Uber Eats perché vogliamo migliorare ulteriormente il servizio di delivery così da preservare al massimo il nostro prodotto, oltre ad avere un partner solido e strutturato che creda nel nostro brand e cresca insieme al nostro business”.

Vogliamo offrire agli utenti dell’applicazione Uber Eats la migliore scelta di ristoranti presenti nelle città dove operiamo e sicuramente Pizzium rappresenta un’eccellenza per quanto riguarda la Pizza”, commenta Maxime Renson, General Manager di Uber Eats Italia. “Grazie a questo accordo potremo portare la qualità di Pizzium ai nostri utenti non solo di Milano ma in tutte le città dove il ristorante è presente come a Roma, Bologna e Torino per citarne alcune”.

 

Pizzium. Nato nel 2017 a Milano da un’idea di Stefano Saturnino, Giovanni Arbellini e Ilaria Puddu, propone la pizza napoletana classica utilizzando il meglio della materia prima italiana.
Lo stile Pizzium è inconfondibile ma ogni locale è unico perché trae ispirazione dalla terra che lo ospita, senza rinunciare al meglio di Napoli e della Campania. Grazie al suo approccio creativo e contemporaneo, Pizzium si sta affermando in Italia ed è arrivato a quota 17 con 6 locali a Milano, Serravalle, Gallarate, Como, Seregno, Varese, Busto Arsizio, Brescia, 2 a Torino, Roma e Bologna.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
     

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: