Home Notizie Le Aziende informano Pizzeria 081 presenta le nuove pizze e il locale rinnovato

Pizzeria 081 presenta le nuove pizze e il locale rinnovato

Da 081 pizzeria nascono nuove pizze più contemporanee e moderne, ingredienti di stagione abbinati alle tecniche più creative, tanta attenzione all’estetica della pizza: Francesco Saggese, patron del locale ha studiato un nuovo impasto più leggero e digeribile, che rispetta una lievitazione minima dalle 24 alle 36 ore.

Nuovi ingredienti e creatività con un impasto che rispecchia la classica tradizione partenopea, realizzato utilizzando lievito madre e farina macinata a pietra di Molino Quaglia. Le nuove proposte mantengono il legame col territorio:

A nonna” (Pomodoro San Marzano dop, Parmigiano reggiano 24 mesi, Melanzane, Burrata, Polpettine fritte, basilico e olio);

 

La scapece” (Fior di latte di Agerola, Parmigiano Reggiano 24 mesi, Pancetta arrotolata e Zucchine marinate alla scapece);

“La Girasole” (Pomodorino giallo di Corbara, Bufala a crudo, Alici di Cetara, Olio evo e basilico)

o ancora “La Sicilia” (Crema di melanzane al timo, Pomodori datterini confit, Crema di burrata, Gamberi rossi di Mazara del Vallo, scorza di limone, basilico e olio evo).

Oltre alle pizze anche qualche sfiziosità partenopea: il panuozzo, il cuoppo (mozzarella in carrozza e frittatine di pasta) o la burrata con pomodorini e rucola. Tra i dolci non possono mancare il babà, la pastiera napoletana e la torta caprese con salsa al limoncello, una cheese cake “Napoletanizzata” con alla base un baba al rum al posto dei biscotti. Per i più gourmet il lunedì sera saranno previsti due menu degustazione: classico (a 22 euro) e moderno (a 26 euro) bevande escluse: antipasto, due pizze mignon e il dolce.

Rinnovato anche il design del locale con una nuova saletta romantica

A pochi passi dal castello mediceo di Melegnano, 081 ha una nuova saletta romantica, con luci soffuse e abat-jour sui tavoli, su prenotazione, per un totale di 10 tavoli dove provare le nuove pizze moderne del locale, oltre a quelle classiche della tradizione, che rimangono in carta. Un ambiente elegante dove gustare una pizza raffinata, avvicinandosi al servizio e all’ambiente di un classico ristorante.

La Filosofia di 081

Ogni napoletano quando mangia una pizza la critica, la esamina, la loda: la passione per la pizza per chi nasce a Napoli è innata” racconta Francesco Saggese, “per noi si tratta di una cosa sacra, non è un semplice sfamarsi ma un rito, una tradizione”. Si tratta di uno dei primi esempi di pizzeria moderna a impasto napoletano, basso quindi, ma farcito con ingredienti ricercati, materie prime di stagione e elaborazioni tipiche della cucina, che Francesco Saggese prende dal suo background culinario.

Francesco Saggese

Francesco Saggese, classe 1987 un background di 15 anni in cucine di alto livello, ma un sogno nel cassetto: quello di aprire una pizzeria verace napoletana ma con spunti gourmet. Ed è proprio grazie al connubio tra le origini partenopee e le esperienze nelle cucine di ristoranti che è nata 081, come il prefisso napoletano.

Miglior studente dell’istituto alberghiero A.Vespucci di Milano, cucina già in giovane età a fianco di Vissani su Rai1. Lavora poi nella cucina del Don Lisander di via Manzoni a Milano, collabora per il banqueting dello chef Claudio Sadler, poi il Bulgari con lo chef Elio Sironi, oggi al Ceresio7. 
Lavorando con il maestro pasticcere Enrico Parassina (Medaglia d’oro con lode ai mondiali di pasticceria) impara le basi per la pasticceria e dei dessert al piatto. Altra forte esperienza a Il Luogo di Aimo e Nadia, 2 stelle Michelin, poi diventa primo chef alla Locanda Chiaravalle. 
Nel 2012 incontra lo chef Michelangelo Citino e lavora prima al ristorante della Triennale e poi al Michelangelo Restaurant all’interno dell’aereoporto di Linate come sous chef .

081

Via Clateo Castellini, 31, 20077 Melegnano MI

Giorno di chiusura martedì, sabato e domenica aperto solo alla sera

Menu: 081pizzeria.it

Telefono: 375 538 8889

Print Friendly, PDF & Email
5/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: