Home Birre Per il lancio di Birra Messina un’indagine su vizi e virtù dei...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Per il lancio di Birra Messina un’indagine su vizi e virtù dei siciliani

0

A 50 anni esatti da quando, grazie a un articolo di Leonardo Sciascia, si cominciò a parlare di “sicilitudine”, Birra Messina ha commissionato alla Doxa l’indagine “La Sicilia vista dai siciliani. Viaggio nella sicilitudine”.

Se il 59% dei siciliani ritiene di avere abitudini e modi di pensare e vivere che li differenziano dal resto degli italiani, il 79% pensa di essere in molte circostanze giudicato per luoghi comuni e dichiara di esserne infastidito.
I siciliani si ritengono generosi, accoglienti e ricchi d’animo e non amano essere giudicati attraverso la lente degli stereotipi e dei luoghi comuni.

La ricerca è nato in occasione del lancio nazionale del brand Birra Messina, che da quest’anno è distribuita in tutta Italia e potrà contare sulla promozione di uno spot tv nazionale, e la nascita di un nuovo prodotto, Birra Messina Cristalli di Sale, realizzata con cristalli di sale di Sicilia che arrivano dalle saline di Trapani.

Fondata nel 1923 dalla Famiglia Faranda con il nome di Birra Trinacria, nel 1988 il birrificio viene acquistato da Heineken Italia, ma l’investimento non ottiene i frutti sperati e Birra Messina viene riconsegnata ai proprietari originari.
Il ritorno della birra nelle mani degli storici imprenditori siciliani non serve a molto; nel 2011 la famiglia annuncia la chiusura del birrificio e degli stabilimenti mettendo  fine ad una tradizione lunga decenni.
Nel 2013, però, quindici operai investono il loro Tfr nel rilancio dell’azienda e fondano la Cooperativa Birrificio Messina. Nel 2016 in un piccolo ma moderno impianto fuori città parte la produzione. L’iniziativa ha successo e costringe in qualche modo Heineken a ritornare a Messina. Nel 2019 viene annunciata la nuova partnership: per 5 anni Heineken commissionerà 25mila ettolitri l’anno alla cooperativa, permettendo all’azienda di raddoppiare la propria produzione. Il lancio di questo marchio a livello nazionale – spiega Alfredo Pratolongo, Direttore Comunicazione e Affari Istituzionali Heineken Italiaè per noi una rivincita e una sfida che, insieme alla nascita di una nuova birra speciale dalla forte identità locale, vanno intesi come un omaggio a un territorio che amiamo, dove la birra è di casa e nel quale si sono radicati da decenni i nostri marchi più importanti”.

Birra Messina

Leggi anche dal nostro archivio: Birra Messina e Heineken per la nuova Cristalli di Sale

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (2)

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here