Home Retail & GDO Pastiglie Leone inaugura un temporary shop a Milano

Pastiglie Leone inaugura un temporary shop a Milano

Il 1 settembre apre a Milano la Bottega Leone, primo di sette temporary shop del brand piemontese in altrettante città

Un progetto corale per celebrare la bellezza senza tempo, realizzato in un dialogo costante con designer, architetti, fioristi e proprietari di botteghe storiche del Bel Paese: è questo il leitmotiv del viaggio che porta Pastiglie Leone in sette città italiane, dove il brand inaugura altrettanti temporary shop in shop in collaborazione con realtà storiche e di pregio del territorio.

La prima tappa del tour è Milano, dove dal 1° settembre al 31 dicembre prenderà vita in Corso Magenta 96 la Bottega Leone, che ricrea un’antica confetteria con servizio bar, dai toni pastello e dal fascino vintage, tra specchi, boiserie, eleganti lampadari e insegne storiche.

Grazie alla rinnovata collaborazione con Raw&Co Milano e lo studio di interior Paolo Badesco & Partners – al quale è stata affidata la realizzazione del progetto – il brand che ha fatto la storia della tradizione dolciaria piemontese inaugura il proprio spazio nel Palazzo Laugier, icona del liberty milanese, dando vita ad atmosfere e sensazioni tipiche dei caffè torinesi di una volta. Un angolo magico dedicato a tutti coloro che desiderano concedersi una pausa dalla frenesia cittadina e assaporare ritmi e piaceri del passato.

Protagonisti indiscussi dello spazio i prodotti Leone: presso la Bottega è infatti possibile acquistare caramelle, gelatine, gommose, liquirizia, finissimo cioccolato e le classiche pastiglie, proprio come in un’autentica confetteria.

Entrando nella Bottega Leone si trova subito il bar, dove è possibile scegliere tra un’ampia selezione di bevande a base di Caffè Vergnano o di cioccolata; dietro al bancone, su scaffalature e mensole in legno massello, spiccano i vasi in vetro di Pastiglie Leone, divenuti oggetti iconici di home decor. Al secondo piano, tavolini e sedie sono a disposizione degli ospiti che desiderano accomodarsi e fermarsi a leggere, chiacchierare e sorseggiare una bevanda fresca o una cioccolata calda.

La Bottega Leone rimane aperta fino al 31 dicembre, proponendo ogni mese nuove attività ed esperienze che facciano immergere i visitatori nel magico mondo Leone fatto di toni pastello e dolci profumi.

Nel frattempo, a partire dal 1° ottobre il brand porta avanti collaborazioni su tutto il territorio nazionale in contesti dal valore storico e location esclusive, instaurando così una profonda liaison con nuovi mondi, tutti accomunati dalla costante ricerca e valorizzazione della bellezza.
Da Fanè in collaborazione con Erboristeria Melissa di Torino a Oui Fleurs et Maison di Bologna, dalla boutique di moda Oluxury di Parma al negozio Pineider di Firenze, da Galleria Mia a Roma a Macadam 120 a Bari. Antiquariato, arte, moda, stationery, design, fiori: Pastiglie Leone crea nuove, irresistibili suggestioni e dà vita a un progetto che racconta a 360 gradi la propria storia e i propri valori.

Quella di Pastiglie Leone non è solo la storia di un’azienda centenaria, ma è la storia di un Paese, che appare più dolce se raccontata sgranocchiando quei piccoli bottoncini color pastello che ci accompagnano da una vita. Tutto ha inizio 162 anni fa, nel 1857, quando Luigi Leone apre una confetteria ad Alba e inizia a produrre pastiglie di zucchero: il successo è tale che il laboratorio si trasferisce a Torino, per poter servire la Real Casa.
Nel 1934 l’azienda viene rilevata, dando vita alla Pastiglie Leone, riconosciuta ancora oggi per il suo stile inconfondibile, che si esprime nel rispetto per la tradizione artigianale sposando una leggendaria creatività. Nel 2018 il testimone passa a una realtà imprenditoriale italiana, con l’obiettivo di sviluppare e valorizzare il marchio nel rispetto della tradizione. Pastiglie Leone produce non solo pastiglie, ma anche caramelle, gelatine e cioccolato, impiegando materie prime d’eccellenza e continuando a seguire antiche ricette della tradizione confettiera italiana, di cui l’azienda è ambasciatrice nel mondo.
Nel 2006 la storica insegna piemontese ha aperto una vera e propria Fabbrica di Cioccolato all’interno dello stabilimento di Collegno. Un luogo magico dove il profumo delle fave di cacao tostate si diffonde nell’aria, insieme alla musica delle conche piane che, con i rulli in pietra di porfido, cullano il cioccolato per oltre 60 ore. È proprio qui che ha preso vita la nuova linea di cioccolato fondente Sfumature e quella del Grezzo, nata da una ricetta del ‘700 e dalla volontà dell’azienda di ristabilire la produzione di cioccolato Leone “come una volta”.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    4/5 (2)

    Lascia una valutazione

    Condividi su: