Home Eventi & Fiere Olio Officina Festival 2019: condimenti per il palato e la mente VIII...
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Olio Officina Festival 2019: condimenti per il palato e la mente VIII edizione

0

Torna in scena a Milano, al Palazzo delle Stelline, dal 31 gennaio al 2 febbraio 2019, Olio Officina Festival, l’annuale appuntamento con la tre giorni dedicata all’olio e ai condimenti, il più grande happening al mondo ideato e diretto da Luigi Caricato – oleologo, scrittore, giornalista ed editore.

OOF 2019 è una bussola per orientarsi tra le diverse tipologie di oli, i diversi profili, le differenti origini, in uno scenario segnato da una progettualità comunicativa mai sperimentata nella storia italiana. L’evento è aperto a tutti, sia ai generici consumatori, sia agli appassionati, sia agli operatori del settore commerciale, senza mai trascurare il mondo della cucina professionale e della scienza. Tema portante dell’ottava edizione è “Nostra Signora Pubblicità”. Si indagherà come comunica il comparto dell’olio analizzando case history positive e negative con professionisti della comunicazione, esperti del linguaggio e chi opera in cucina e nella ristorazione: oleologi, nutrizionisti, cuochi e sommelier.

Nei giorni della manifestazione sarà possibile ammirare le molte creatività pensate e realizzate dagli allievi dell’Accademia di Comunicazione di Milano. Oltre a manifesti pubblicitari, sarà possibile prendere visione anche di alcuni spot ideati completamente al di fuori dalle solite logiche degli spot che si vedono in TV. “La comunicazione – precisa il creative director Antonio Meleè come un’etichetta attaccata al prodotto: deve riuscire a trasmettere in maniera semplice e incisiva quali siano le qualità di ciò che vogliamo pubblicizzare. Nella ricerca dei concetti creativi, è fondamentale trovare contenuti distintivi e avere un punto di vista interessante. Il vero media deve riuscire a catturare il consumatore e farsi ricordare”.

I maestri della pubblicità: uno sguardo retrospettivo alla comunicazione

Non mancherà uno sguardo retrospettivo per dare valore a quanto è stato fatto finora. A partire dal sociologo Vanni Codeluppi – autore, tra gli altri, anche del volume Storia della pubblicità italiana (edito da Carocci) che sarà presentato venerdì 1 febbraio – il quale rende omaggio al genio e alla creatività degli italiani, ripercorrendo un secolo e mezzo di campagne pubblicitarie create e diffuse nel nostro Paese.
E sempre con un occhio attento alla pubblicità merita attenzione il ruolo di primo piano che hanno assunto in passato le antiche latte d’olio, una felice occasione per presentare, in esclusiva a Olio Officina Festival per i tipi di Silvana Editoriale, il volume Lattine italiane per olio di oliva. Collezione Guatelli 1860-1960. Giovedì 31 gennaio Manuela Guatelli e Daniela Lauria, del Museo Guatelli, interverranno con Dario Cimorelli per raccontare una raccolta unica al mondo, dove sono riunite oltre sei mila contenitori per l’olio realizzati tra la fine Ottocento e prima metà del Novecento da importanti designer per esportare il prezioso ingrediente alle comunità di emigrati Italiani. Ogni lattina costituisce una vera opera d’arte e mostra un pezzo di storia dell’Italia di cui andare fieri nel mondo.

Chef a OOF 2019

Sono tanti i momenti delle degustazioni abbinate all’olio extra vergine di oliva, e questa volta ci saranno gli chef. Tra questi Enrico Marmo che, con il Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia, presenta il pan dolce; Manuel Merzari che, con il Consorzio dell’olio Dop Garda, presenterà dei dolci in cui si esaltano le virtù degli oli gardesani. Le abbinate di pane e olio proposte da Assitol e molto altro ancora.
Inoltre, è da segnalare un focus su olio su pesce, a cura della Regione Basilicata, con la presentazione di uno speciale dedicato; e un focus su olio su pizza, a cura dell’Associazione pizzaioli Apes.

Clicca qui per scaricare il programma completo di OOF 2019

OOF 2019: I Premi

Non mancherà come di consueto l’attenzione al packaging e al visual design, mettendo in giusto risalto tutte le aziende che hanno sperimentato in questi ultimi anni nuovi percorsi legati all’estetica del prodotto olio e aceto, fino a affrontare anche il segmento di mercato del luxury, molto trascurato in realtà dalle aziende olearie. Per dare valore al prodotto, oltre alla qualità intrinseca del contenuto, è necessaria anche la qualità della forma. La qualità a tutto campo. Nella giornata di venerdì 1 febbraio, l’intero pomeriggio sarà riservato a scoprire le nuove tendenze del packaging, con la consegna dei premi e la presentazione dei principali concept con la sesta edizione del Premio Le Forme dell’Olio la prima edizione del Premio Le Forme dell’Aceto.

Come di consueto, il primo giorno della manifestazione giovedì 31 gennaio saranno consegnati i premi riservati ad alcune illustri personalità del nostro tempo che si sono distinte per aver affermato in maniera diretta o indiretta una cultura dell’olio. I premiati del 2019 sono, strettamente in ordine alfabetico: Marco Bonaldo, imprenditore oleario, noto per il marchio Galateo & Friends; Anna Cane, master blender e chimica dell’olio, presidente gruppo oliva Assitol; Chiara Coricelli, imprenditrice olearia, ad Pietro Coricelli Spa; Paolo Giordano, narratore (che ritirerà il premio sabato 2 febbraio), autore del romanzo Divorare il cielo, edito da Einaudi, ambientato in una masseria pugliese; Antonio Mele, direttore creativo; e Antonisa Perrone, imprenditrice olearia, amministratore unico Masserie di Sant’Eramo, nonché manager di Natuzzi Italia.

Olio Officina Festival 2019 – Ottava edizione
Dove: Palazzo delle Stelline, corso Magenta 61, Milano
Quando: 31 gennaio/2 febbraio 2019
Orari: Giovedì 31 gennaio 2019: ore 16.00 – 20.30 – Venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2019: ore 9,00-20.30.
Biglietti: venerdì e sabato 15 euro/giorno – giovedì ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

Clicca qui per scaricare il programma completo di OOF 2019

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here