Home Alimenti & Ingredienti Ortofrutta & Legumi Nuovo packaging pratico e sostenibile per le ciliegie ‘Questo l’ho fatto io’

Nuovo packaging pratico e sostenibile per le ciliegie ‘Questo l’ho fatto io’

Le ciliegie 'Questo l'ho fatto io' dell’Azienda Agricola Marco e Matteo Vignali arrivano sugli scaffali con un nuovo packaging sostenibile e pratico per il consumo fuori casa

Le ciliegie della linea ‘Questo l’ho fatto io’ dell’Azienda Agricola ‘Marco e Matteo Vignali’ del Consorzio Agribologna si vestono di un nuovo packaging, all’insegna della sostenibilità, realizzato con l’80% di plastica riciclata. Anziché il classico contenitore – con coperchio rigido – inoltre vengono utilizzati secchielli di plastica da 400 grammi con manico, pratici per il consumo on the go, per portare comodamente le ciliegie con sé. La pezzatura è 26+.

Le ciliegie Vignali arrivano sugli scaffali della GDO da Vignola, la terra delle ciliegie ‘per eccellenza’, da più di 300 anni. In questo periodo è la cultivar Ferrovia la regina dei banchi di vendita. È il frutto del ciliegio Ferrovia, un albero vigoroso, di media produttività che produce frutti grossi e di color rosso vivo con una polpa decisamente consistente, aderente al nocciolo, succosa e di buone caratteristiche gustative.

L’etichetta riporta, come sempre per la Linea ‘Questo l’ho fatto io’, il volto e il nome del produttore, il logo, il luogo di produzione, le indicazioni per lo smaltimento della confezione e viene applicata dagli operatori della Cooperativa sociale Pictor, che nasce nel dicembre del 1992, su volontà di alcuni operatori del Centro di Salute Mentale di Budrio (BO) per favorire, attraverso il lavoro, il superamento delle vecchie strutture manicomiali. Da allora Pictor, attraverso il lavoro, ha contribuito a riattivare il percorso di vita di molte persone, che diversamente non avrebbero avuto una normale collocazione lavorativa. Da sempre, questo è l’impegno e la mission principale di Pictor: ridare fiducia e possibilità a persone che per diversi motivi si sono trovati esclusi dai percorsi di vita, con sempre nuovi servizi per i clienti, diversi territori d’azione, una base sociale in evoluzione e sempre nuove opportunità per persone svantaggiate.

“Siamo particolarmente orgogliosi – con i nostri soci ‘Marco e Matteo Vignali – dei risvolti sociali legate alle ciliegie della linea ‘Questo l’ho fatto io’.” È il commento di Paolo Mariani, Responsabile Marketing Gruppo AgribolognaLa sostenibilità è un impegno per noi sempre più importante e sappiamo quanto il packaging possa influire in questo senso. Oltre a questo, sapere che una cooperativa sociale come Pictor possa dare lavoro a persone svantaggiate, anche grazie ai nostri prodotti, ci motiva ulteriormente nei percorsi intrapresi. Le partnership di eccellenza e di significato sono al centro dello sviluppo e dell’impegno di Agribologna.”

Le ciliegie di Vignola sono da sempre sinonimo di eccellenza. L’annata 2021 si prospetta decisamente migliore, sul fronte della quantità, rispetto al 2020 si parla di un raccolto raddoppiato e con qualità ottima.

2.500 clienti nei canali GDO, ristorazione commerciale, collettiva e retail tradizionale, un fatturato, stimato per il 2020 a 190 mln (totale gruppo). Sono i numeri del Gruppo Agribologna. 110 soci agricoltori, con 3.500 ettari di superfici coltivate, 21 piattaforme attive in Italia e 2 in Europa, 35.000 mq di magazzini refrigerati e 220 dipendenti confermano il Gruppo Agribologna come una delle più significative realtà italiane di settore. Il Consorzio Agribologna oggi cooperativa di primo grado, attiva da oltre vent’anni, è nata a Bologna nel 1997, dall’unione di sei cooperative, trasformatasi poi nel 1998 in Organizzazione di Produttori (O.P.)

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: