Home Notizie Attualità Nessuna indennità di malattia per i lavoratori in quarantena fiduciaria nel 2021

Nessuna indennità di malattia per i lavoratori in quarantena fiduciaria nel 2021

Per l'anno 2021 non verrà erogata indennità di malattia ai lavoratori in quarantena fiduciaria dopo un contatto con positivo Covid. Il ministro Orlando ha annunciato che si lavorerà per reintrodurre la misura.

Per l’anno 2021 in caso di quarantena fiduciaria dopo un contatto con una persona positiva al Covid-19 (la legge stabilisce 10 giorni per chi non è vaccinato e 7 per i vaccinati), l’INPS non erogherà l’indennità di malattia in quanto non sono stati stanziati fondi per l’anno in corso. Al contrario, l’Istituto ha fatto sapere che procederà al definitivo riconoscimento degli importi dovuti per il 2020, basandosi sulle certificazioni attestanti la quarantena con isolamento fiduciario redatte da medici curanti.

Un problema per i lavoratori che sono stati costretti ad avvalersi della quarantena fiduciaria nel 2021 e non hanno potuto lavorare in smart working. In quei casi in cui l’azienda non abbia sostenuto il lavoratore, il dipendente ha subito una grossa perdita a livello economico. Un danno che ricade anche sulle aziende, che spesso si assumono l’onere di anticipare indennità che poi non si vedono riconosciute.

Per il 2020 il decreto “Cura Italia” aveva stanziato 663 milioni di euro per equiparare l’isolamento fiduciario alla malattia, ma per il 2021 tutto tace. Almeno su carta.

Il ministro del lavoro Andrea Orlando ha infatti annunciato che il Governo sta di nuovo lavorando per trovare le risorse necessarie a reintrodurre la misura a favore di aziende e lavoratori.

Credo che ci possa essere una risposta se tutto il governo sarà d’accordo abbiamo una valutazione assolutamente favorevole a consentire che la quarantena sia considerata una malattia e che non gravi sui lavoratori e sulle imprese”.

La questione verrà discussa nel prossimo Consiglio dei Ministri. Intanto i lavoratori sono esposti a perdite fra i 500 e i 1.000 euro al mese e c’è il rischio, come denuncia Unimpresa, che i lavoratori per non subire danni economici non denuncino il contatto con positivi Covid.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: