Home Eventi & Fiere Gare & Concorsi Mastro Panettone: ecco i vincitori della quarta edizione

Mastro Panettone: ecco i vincitori della quarta edizione

Annunciati online i vincitori della IV edizione di Mastro Panettone, il contest organizzato da Goloasi.it per premiare e valorizzare i migliori lievitati natalizi

Mastro Panettone: ecco i vincitori della quarta edizione

Sono di Castellana Grotte (Ba), di Visciano (Na) e di Varese i migliori lievitati natalizi 2020, premiati in occasione della quarta edizione di “Mastro Panettone, il concorso organizzato da Goloasi.it che premia i panettoni artigianali più buoni e quest’anno anche i pandori.

Ad aggiudicarsi la vittoria nella categoria “Miglior panettone artigianale tradizionale” è stato il panettone di Matteo Papanice di Cresci (Castellana Grotte – BA), seguito al secondo posto da quello di Damiano e Valentino Rizzo della Pasticceria San Francesco (Spezzano della Sila – CS) e al terzo da quello di Antonio Caputo Pasticcere (Altamura – BA).
Nella categoria “Miglior panettone artigianale creativo al cioccolato” ad aggiudicarsi il primo gradino del podio è stato il panettone di Francesco La Manna e Tinto Mohamed della Pasticceria Mascolo (Visciano – NA), seguito da quello di Stefano Lorenzoni di Arte Dolce (Monte San Savino – AR) e da quello di Salvatore Tortora di Espresso Napoletano (Marigliano – NA).
Mentre a trionfare nella categoria “Miglior pandoro artigianale” è stato il pandoro di Claudio Colombo di Pasticceria Colombo (Varese – VA – Lombardia), seguito da quello di Carlo La Torre della Pasticceria Valentini (Roma) e da quello di Nicola Covella di Covella Pasticceri (Gioia del Colle).

A definire la classifica attraverso gli assaggi alla cieca è stata la giuria tecnica della quarta edizione di “Mastro Panettone”, composta da Fabrizio Donatone, Giuseppe Russi, Antonio Daloiso, Eustachio Sapone, Giuseppe Mancini e Francesco Borioli.

Premiati anche un lievitato per ogni categoria dalla giuria popolare, che ha selezionato quello di Oscar Pagani di Non Solo Pane (Palazzolo sull’Oglio – BS) come “Miglior panettone artigianale tradizionale”, quello di Roberto Rigacci di Rigacci ‘48 (Cerbaia – FI) come Miglior panettone artigianale creativo al cioccolato” e quello di Angelo Grippa Pasticceria (Eboli – SA) come “Miglior pandoro artigianale”.

La finale si è svolta a porte chiuse nel rispetto delle disposizioni governative per il contenimento del contagio da Covid-19, ma per garantire la trasparenza del contest, tutte le fasi di degustazione da parte delle giurie sono state trasmesse sulla pagina Facebook ufficiale del concorso, consentendo a tutti i finalisti e al pubblico di partecipare attraverso i social per tutto il corso della diretta.
Il concorso “Mastro Panettone” vanta la partnership di numerosi sponsor leader internazionali, fra i quali i main sponsor Agrimontana, Bombonette, Il Granaio delle Idee, Emiliano Arredamenti, Toraldo e Dolci tentazioni.

Vanna Scattolini in finale nella sezione Miglior Pandoro

Nella sezione “Miglior Pandoro d’Italia” è arrivata in finale anche la pasticciera veronese Vanna Scattolini, titolare della pasticceria Madamadorè di San Pietro in Cariano, già balzata agli onori della cronaca lo scorso novembre classificandosi Pastry Queen miglior pasticcere donna all’ottava edizione del concorso “Tenzone del Panettone” di Parma e tra le prime dieci colombe d’Italia al concorso “Divina Colomba 2020” di Bari.

Una finale prestigiosa quella di Mastro Panettone che assume un’importanza maggiore, soprattutto in questo periodo in cui risulta necessario quanto strategico puntare sull’eccellenza della produzione artigianale Made in Italy.

Ne è ben consapevole Vanna Scattolini che annovera una lunga lista di riconoscimenti ottenuti a livello nazionale durante la sua carriera di pasticciera iniziata nel 2015 dopo aver lavorato molti anni come impiegata, dando vita ai suoi sogni, facendosi spazio in un ambito prettamente maschile, mettendo a frutto la sua creatività che l’ha portata a realizzare il Pandorè, una ricetta originale del laboratorio Madamadorè, che abbraccia sia il sapore del panettone che quello del Pandoro, l’ideale per chi non vuole rinunciare ai sapori del Natale.

Ma non finisce qui, le sue creazione continueranno a viaggiare in Italia per tutto il mese di novembre in quanto è attesa per altri due contest nazionali: il 14 e 15 novembre a Parma per la nona edizione del “Tenzone del panettone” e il 28 novembre alla manifestazione “Una mole di panettoni 2020” di Torino giunta anch’essa alla nona edizione, a riprova della creatività e capacità della pasticciera veronese ma anche dell’apprezzamento nei confronti dei nostri prodotti locali

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: