Home Business Mercato Löwengrube punta al raddoppio dei suoi ristoranti entro il 2020

Löwengrube punta al raddoppio dei suoi ristoranti entro il 2020

Löwengrube, la catena di ristorazione di cucina e birreria bavarese, dove si possono vivere i sapori e la convivialità tipici dell’Oktoberfest, annuncia una chiusura d’anno da record, che ha visto il fatturato attestarsi a 13,5 milioni di euro, con una crescita del +35% rispetto al precedente anno.

Löwengrube, fondata nel 2005, nel 2014 ha avviato il progetto franchising e, nel 2017, ha affiancato al suo format originale, ispirato alle tipiche Bierstube della Baviera, anche due nuovi concept più ridotti nelle dimensioni e, quindi, ideali per gli spazi all’interno di centri commerciali, stazioni e aeroporti: il Löwengrube Klein, con una proposta di menu veloce e genuina e il Löwengrube Wagen, un food truck di street food bavarese, che occupa una metratura a partire da 20mq.

Tra i principali successi del 2018, l’apertura di un Löwengrube Klein all’interno dell’aeroporto di Cagliari, il primo in partnership con Chef Express e, a dicembre 2018, l’inaugurazione, nello stesso mese, di tre diversi punti Löwengrubedue Löwengrube Wagen presso il Valmontone Outlet (RM) e il Centro Commerciale Città Fiera di Udine (UD) e il primo Löwengrube in Emilia-Romagna, a Bologna, in Via dell’Industria 16.

Pietro Nicastro, CEO and Founder di Löwen-Com, azienda che ha creato e gestisce il marchio Löwengrube, ha dichiarato: “Il nostro format è sempre più apprezzato sul mercato, grazie alla nostra offerta innovativa e originale, e la chiusura a doppia cifra del 2018 ne è la dimostrazione – e continua – Nel prossimo biennio prevediamo un’ulteriore accelerazione e un ampliamento della nostra rete franchising, con l’obiettivo di diffondere il nostro modello di ristorazione, mantenendo un alto standard di offerta e di servizio di qualità ai nostri clienti”.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: