Home Business Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso. 51: 2 di Picche

Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso. 51: 2 di Picche

Con il 2 di Picche de Le Carte del Venditore Aniello Mancuso spiega il ruolo che gioca la personalità e il carattere del venditore nel raggiungere i suoi obiettivi: positività e sincerità sono le parole chiave.

Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso. 51: 2 di Picche

A grande richiesta dei tanti lettori che ci hanno scritto, torna su Horecanews.it l’appuntamento con il progetto Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso che troverete nelle prossime settimane ogni lunedì, mercoledì e venerdì.

Il 2 di Picche propone una riflessione profonda che, questa volta, riguarda la personalità e il modo di essere del venditore; stare bene con sé stessi e predisporsi positivamente alla vita – e alle difficoltà – è quello che conta davvero. Essere positivi – e non solo apparire – e proporci in modo limpido e sincero ci aiuterà anche a fare un’ottima impressione sugli altri e sui clienti.

2 di Picche: Il venditore e la sua personalità

Essere o apparire! Per noi venditori è importante l’essere! Apparire invece dovrebbe essere l’eccezione, ma non è sempre così….anzi!

Il nostro stato d’animo condiziona il nostro essere, cioè siamo quello che stiamo pensando, e cosi gli altri ci vedono in funzione del nostro stato d’animo. Da come ci vedono gli altri riusciremo ad influire su di loro: positivamente o negativamente, e questo poi determinerà la buona riuscita o no della trattativa.

Allora vogliamo ragionare su cosa determina il nostro stato d’animo. Non è determinante quanto e cosa succede intorno a noi, ma il nostro modo di pensare, come interpretiamo quello che ci succede.
Dobbiamo cercare sempre qualcosa di buono in quello che succede, l’umorismo ad esempio è un aiuto a farci vedere le cose positivamente minimizzando nel possibile le preoccupazioni in ciò che affrontiamo.
Comunichiamo il più possibile con persone d’umore positivo che ci faranno sentire bene, il nostro pensiero deve essere sempre convergente e non divergente.

Nel momento che scrivo non siamo ancora usciti del tutto dall’emergenza del Coronavirus, pertanto il nostro cuore è molto triste, chiusi in casa per oltre due mesi e tantissime vittime in ogni parte del mondo… eppure anche in una situazione del genere dobbiamo cercare qualcosa di positivo.
È difficile per tutti lo so, ma per un credente come me avere avuto l’opportunità di vedere e sentire l’omelia del Santo Padre Papa Francesco tutti i giorni per due mesi è stato certamente un tempo di grazia! Nessuna generazione fino ad oggi aveva avuto questa fortuna.

Nel momento in cui riusciremo ad avere uno stato d’animo sereno, positivo, tutto sembrerà migliore o comunque nelle situazioni difficili, meno peggio. Anche avere uno stato di forma fisico ottimale può senz’altro aiutare a farci stare di buon umore, ma anche chi non ha un fisico atletico può star bene: deve imparare a piacersi così com’ è, senza drammi, viviamo la bellezza del presente, tutto qua!

Esercitazione: Cosa ci piacerebbe realizzare? Presentiamo con sincerità il nostro progetto ed avremo dei fan.

Clicca qui per scoprire le Carte del Venditore su Horecanews.it

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

Print Friendly, PDF & Email
4.91/5 (54)

Lascia una valutazione

Condividi su: