Home Business Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso: 40: 5 di fiori

Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso: 40: 5 di fiori

Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso: 40: 5 di fiori

A grande richiesta dei tanti lettori che ci hanno scritto, torna su Horecanews.it l’appuntamento con il progetto Le Carte del Venditore di Aniello Mancuso che troverete nelle prossime settimane ogni lunedì, mercoledì e venerdì.

Quali sono le differenze tra coraggio e incoscienza? E quale delle due caratteristiche sarà fondamentale per superare i nostri limiti? Ne parla oggi Aniello Mancuso con il 5 di fiori

Il ragazzino e la bicicletta

Un pilota che corre sulla pista oltre i 300 km orari, ha coraggio. Se volesse fare la stessa cosa in autostrada… sarebbe incosciente!

Riflettiamo oggi su coraggio e incoscienza, due sostantivi che spesso vengono confusi, forse perché tante volte viaggiano insieme. Coraggio è affrontare le cose difficili con determinazione, prendere di petto una situazione e risolverla, calcolando le possibili difficoltà convinti di poterle superare.
L’incoscienza ignora il pericolo, non si rende conto delle conseguenze, non pensa che potrebbe essere pericoloso.
Le immaginiamo spesso di pari passo ma… dipende da chi guarda! Chi compie l’azione, se è convinto, ha coraggio perché calcola i possibili rischi ed ostacoli e pensa di poterli tenere sotto controllo; chi guarda da fuori lo reputa incosciente perché vede solo i rischi e pensa che non siano stati considerati dal soggetto.

Tornando alla carta 5 di Fiori, chi ha coraggio tra il papà ed il ragazzino? E chi è l’incosciente? Il papà ha certamente coraggio nel dare fiducia al figlio… ma anche un po’ d’incoscienza in quanto il pericolo lo affronta il ragazzino, non lui!
Il figlio è certamente coraggioso nell’affrontare senza paura per la prima volta quella discesa senza ruotine, ma anche incosciente perché ignora il vero pericolo che dovrà affrontare!
Gianfranco Funari, giornalista politico e grande conduttore televisivo degli anni Ottanta/Novanta diceva: “io ho giocato nella vita con l’incoscienza del coraggioso”. Alberto Moravia, grande scrittore, giornalista e sceneggiatore del secolo scorso, sosteneva che “la coscienza è paura, l’incoscienza è coraggio

È difficile uscirne! Allora diciamo che sono due sostantivi diversi ma spesso sono amanti, vanno a braccetto.

Ci vuole determinazione e coraggio per superare un nostro limite, una nostra paura, e per fare ciò si deve spostare l’asticella in avanti e, poiché non sarà facile…serve comunque un po’ di incoscienza!

Esercitazione: Non dobbiamo aver paura di osare, chiedendo ciò che serve prepariamo un progetto ambizioso

L’appuntamento con Le Carte del Venditore su Horecanews.it torna il 26 agosto.

 

Clicca qui per scoprire le Carte del Venditore su Horecanews.it

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

Print Friendly, PDF & Email
4.84/5 (70)

Lascia una valutazione

Condividi su: