Home Prodotti Vino & Spumante Le 10 regole per gustare Champagne a san Valentino

Le 10 regole per gustare Champagne a san Valentino

Champagne

Ogni qualvolta si degusta una bottiglia di Champagne, si affonda in un rito dalla tradizione centenaria. Per San Valentino il Bureau du Champagne in Italia che rappresenta il Comité Champagne con sede a Epernay in Francia, ricorda le dieci regole per un brindisi perfetto.

#1

Lo Champagne si serve fresco, mai freddo. Una temperatura troppo bassa impedisce di apprezzare pienamente i profumi e di riconoscere al gusto le sfumature più fini ed eleganti tipiche dello Champagne. La temperatura ideale di servizio è tra gli 8 e i 10 gradi e si ottiene lasciando la bottiglia per circa tre ore nello scomparto più basso del frigorifero. L’ideale è però raffreddare lo Champagne nel tipico secchiello, per venti minuti, in una miscela di ghiaccio, acqua e sale.

#2

Mai fare il botto nello stappo. Impugnate con sicurezza il tappo ed estraetelo ruotandolo leggermente senza lasciarlo: il suono che apre un momento speciale deve essere come un soffio.

#3

Preferite bicchieri a tulipano. Le coppe, oltre che demodè, lasciano sfuggire troppo rapidamente gli aromi. Scegliete dunque una flûte con la caratteristica forma a tulipano.

#4

Non riempite il bicchiere fino all’orlo e ricordate che lo Champagne si versa in due tempi, a distanza di pochi secondi. In questo modo il tipico collare di bollicine che si forma in superficie durerà più a lungo nel bicchiere. Bisogna riempire la flûte per due terzi, in modo da lasciare agli aromi lo spazio per esprimersi pienamente.

#5

La bottiglia va sempre riposta nel secchiello con il collo verso l’alto, anche quando è vuota.

#6

Crostacei, frutti di mare e canapé di fois gras sono i classici intramontabili degli abbinamenti. Ma lo Champagne è un vino da tutto pasto in grado di sposare anche piatti elaborati.

#7 e #8

I bicchieri vanno lavati solo con acqua molto calda asciugati con un tovagliolo bianco.

#9

Raccogliete qualche informazione sullo Champagne che avete scelto per non farvi cogliere impreparati dalle domande dei curiosi.

#10

Una bottiglia di Champagne non passa mai inosservata: apparecchiate la tavola con una tovaglia bianca e lasciate che sia lo Champagne a colorare la vostra tavola. Potrete così apprezzarne l’effervescenza e le nuances eleganti, dal rosa all’oro antico.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: