Home Indagini e Ricerche Latte: aumenta la produzione internazionale
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Latte: aumenta la produzione internazionale

0
latte

La produzione internazionale del latte è stimata in crescita del 2,1% nel 2018. Il dato emerge dal volume “Il mercato del latte. Rapporto 2018″ dell’Osservatorio sul mercato dei prodotti zootecnici dell’Università Cattolica di Cremona. Secondo quanto si rileva aumenta soprattutto l’export per il burro (6,7%) e per il latte scremato in polvere (5,6%).

Il 2017 è stato per il mercato internazionale un anno di svolta, poiché mentre la produzione ha subito una frenata la domanda mondiale si è ravvivata: il prezzo medio del latte scremato in polvere è stato superiore del 21% rispetto all’anno prima, quella del formaggio (Cheddar) del 24% mentre l’incremento per il burro è stato addirittura del 66%

I prezzi hanno subito, soprattutto nella seconda parte dell’anno, una frenata ma sono comunque rimasti su livelli elevati: nei primi 11 mesi, rispetto all’anno prima, il prezzo del burro è calato del 3,7%, quello del Cheddar del 4,8% e quello del latte intero in polvere del 7,1%.
Secondo lo studio, “il mercato italiano ha mostrato nell’ultimo biennio più di un segno positivo, sia dal lato dell’export che, sia pure più timidamente, per i consumi interni”. In Italia aumenta la spesa delle famiglie per latte e derivati (+1,2%) con una contrazione nel primo semestre del 2018 (-0,3%) in un contesto di crescita della produzione: nella campagna 2017/18 si calcola un incremento del 4,0%, dopo il +2,9% della campagna precedente, e malgrado vi sia stata la chiusura di quasi il 4% delle stalle.
Quello della concentrazione degli allevamenti è peraltro un dato costante di anno in anno: nell’ultimo decennio hanno chiuso oltre 15 mila stalle, ossia più di un terzo di quelle che erano attive nel 2007/08.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Suggerisci una correzione all’articolo

[recaptcha]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here