Home Notizie Innovazione L’app PerPranzo rende smart la pausa pranzo di lavoro in mensa diffusa

L’app PerPranzo rende smart la pausa pranzo di lavoro in mensa diffusa

L'app PerPranzo rende smart la pausa pranzo di lavoro in mensa diffusa

Voglia di tornare a vivere la pausa pranzo aziendale in tutta tranquillità? Con PerPranzo si può! L’app tutta italiana, nata per innovare il prezioso momento della pausa pranzo aziendale, offre infatti un’esperienza digitale e sicura, ma con tutta la socialità che il pranzo porta con sè.

PerPranzo è il primo servizio di pranzo prepagato in Italia e, dunque, l’alternativa ai buoni pasto che in tanti stavano aspettando: flessibile, smart e conveniente sia per i ristoranti che per le aziende. Il servizio si basa sulla normativa della mensa diffusa, risultando così più vantaggioso rispetto ai classici buoni pasto, il tutto però reso smart da un’app semplice da utilizzare e che garantisce pagamento veloce e digitale.

La mensa diffusa costituisce un servizio di mensa che il dipendente può usufruire in una vera e propria rete di ristoranti scelti tramite l’uso di una card o un badge.

L’idea alla base di PerPranzo è quella di offrire un servizio vantaggioso e di qualità a tutti e tre gli attori della pausa pranzo: dipendenti, aziende e ristoranti.

Per questo, tramite l’App, i dipendenti hanno accesso ad una serie di servizi per la pausa pranzo, che si adattano ai trend più moderni, come l’utilizzo dei supporti mobile e l’utilizzo di sistemi di pagamento smart. Ciascun dipendente può scegliere ogni giorno se usufruire del servizio di asporto, di consegna del pranzo in ufficio, oppure se pranzare al ristorante, il tutto senza bisogno di buoni pasto o carte: si paga in un tap tramite QR code!

I dipendenti pranzano al ristorante e l’azienda ha tutto il risparmio di una mensaafferma Angelo Nodari, CEO di PerPranzo.

Infatti, PerPranzo rappresenta una soluzione anche per le aziende, offrendo loro una piattaforma digitale dedicata che si interfaccia direttamente con i lavoratori, e garantendo numerosi vantaggi fiscali (non tassazione in capo ai dipendenti e deducibilità completa del costo senza limiti di importo per i datori di lavoro).

Ed è, infine, una grande opportunità per il mondo della ristorazione, che porta innovazione tecnologica e fidelizzazione, senza costi fissi e con le commissioni più basse del mercato.

Digitalizzazione: lo strumento per ripartire

La sfida della ripartenza si combatte su più fronti e la parola d’ordine, anche in pausa pranzo, resta la tutela, sia dei clienti che dei dipendenti.

Grazie all’impronta fortemente smart e alla modalità di pagamento di PerPranzo – completamente digitale e basata semplicemente sulla lettura di un QR code tramite smartphone – il pagamento del pranzo aziendale sarà completamente “senza contatto”.

È bene notare che i pagamenti digitali hanno visto una crescita costante in Italia anche prima di questa delicata fase di Coronavirus. Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio E-Payment del Politecnico di Milano il 2019 si era già chiuso con un più 11% dell’uso totale di denaro elettronico, con un +55% in quello dei pagamenti contactless e ben +109% del mobile payment. Inutile dire che questo trend continuerà a rafforzarsi nella fase post- Covid.

Senza dubbio le soluzioni digitali daranno un forte contributo alla ripresa della ristorazione e alla cultura del buon vivere che caratterizza il nostro Bel Paese.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
     

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: