Home Cocktails Lady Amarena 2019: la giuria internazionale tutta al femminile
Traduci l'articolo nella tua lingua ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanHindiItalianJapanesePolishPortugueseRomanianRussianSpanish

Lady Amarena 2019: la giuria internazionale tutta al femminile

0
Lady Amarena finale

Sono Barlady capaci di trionfare nelle più prestigiose competizioni worldwide, sono giornaliste abituate a intingere la penna nei cocktail più creativi per commentarli, recensirli, abbinarli a cibi sorprendenti o bocciarli impietosamente, sono imprenditrici della ristorazione capaci di coinvolgere nelle loro cucine chef stellati, e ancora sono esperte di alimentazione, scrittrici e manager, ma soprattutto insieme sono le 14 giurate chiamate a decretare la Barlady che si fregerà per il 2019 del titolo di Lady Amarena.

Tra di loro ci sono storie sorprendenti non meno di quelle delle concorrenti che questo concorso realizzato da Fabbri 1905 per cinque edizioni consecutive porta sotto i riflettori con l’obiettivo di fare emergere il lato rosa della mixology, mestiere tradizionalmente quasi esclusivamente maschile.

Jessie Smyth da Los Angeles a Bologna per Lady Amarena

Anche per questo Jessie Smyth ha deciso di lasciare per qualche giorno il suo regno al bancone dell’esclusivo Genever di Los Angeles e la sua vasta scelta di Gin per volare al Teatro Comunale di Bologna a far parte di questa giuria, e mettere così un altro importante tassello alla sua battaglia perché sempre più donne scelgano per il loro futuro l’arte della mixology. Del resto anche lei si è fatta strada rappresentando gli USA in competizioni internazionali e rastrellando decine di premi.

Jessie farà parte della giuria che Fabbri 1905 riunisce a Bologna per assaggiare, valutare per gusto, presentazione, empatia con il cliente, le 10 finaliste italiane che si contenderanno il titolo il 15 ottobre per competere poi il giorno successivo con altre 11 da tutto il mondo.

Cinzia Ferro e Lucia Montanelli, le barlady campionesse italiane

Cinzia Ferro

Ma anche l’Italia è molto ben rappresentata con Cinzia Ferro che presiede la finale italiana, una leggenda all’Estremadura Caffè di Verbania oltre che Bar manager dello stellato Piano 35 di Torino, prima Lady Amarena nel 2015, e la viareggina , campionessa mondiale dei barman nel 2016, che ha conquistato oltre a molti altri titoli il ruolo di head bartender del The Bar at The Dorchester di Londra, che arriva a Bologna per presiedere la giuria internazionale.

Lucia Montanelli

Dalle barlady alle giornaliste a tutto tondo

Con loro altre stelle del bartending rosa incoronate proprio dal concorso Lady Amarena, come la greca Fenia Athanasiadi, Lady Amarena 2017, la cipriota Andriani Vladimirou, Lady Amarena 2018 e Ilaria Bello, finalista al concorso l’anno passato e oggi Bar manager del Talea di Torvaianica. Ma ci sono anche donne imprenditrici come Silvia Belluzzi, CEO del Fourghetti che ha ideato insieme allo stellato Bruno Barbieri, e, tra le penne della mixology, una grande firma USA come Sandrae Lawrence, poi Rossella De Stefano, direttrice di Bargiornale, Nicole Cavazzuti di Mixer (ma ne scrive anche su Vanity Fair con piglio lifestyle), la parigina Isabelle Abram, autrice di reportage sul mondo del Food & Beverage per EFA, l’agenzia europea di news sull’agroalimentare, e ancora influencer dal nome eloquente come “laragazzachebeve”, alias Valentina Croci, esperti di cultura e tradizioni enogastronomiche come Sandra Ianni che ne scrive su molte autorevoli testate.

In tutto quattordici donne, 14 protagoniste a vario titolo nel mondo dei Cocktails le cui competenze potrebbero far impallidire quelle di molti colleghi. Saranno loro a decretare la vincitrice di Lady Amarena 2019. Chiamate a giudicare 21 concorrenti in due giorni di competizione al Teatro Comunale di Bologna: il 15 ottobre si incorona Lady Amarena Italia, il 16 si stabilisce chi sarà la vincitrice a livello mondiale.

Comunque vada c’è già una vittoria: quella di un concorso per Barlady al 100% femminile. L’unico a livello internazionale di questo genere. Una sfida creata da Fabbri nel 2015 per festeggiare i 100 anni della mitica amarena e che oggi vede ben 4.000 ragazze aspirare al titolo. Rappresentanti di un universo che spesso deve lottare per conquistarsi uno spazio in un mondo ancora molto maschile. Chi meglio di loro potrà comprenderle?

Unica concessione ai colleghi del bartending, la conduzione delle due finali affidata a Bruno Vanzan, campione mondiale di flair, superstar e influencer della mixology, volto noto della tv, inserito già nel 2010 – poco più che ventenne – tra i Top10 bartender del mondo e dal 2018 ambassador della Fabbri 1905.

bruno vanzanIl profilo delle giurate di Lady Amarena 2019

Finale Italia 15/10

Conduce Bruno Vanzan

Campione mondiale di flair bartending, superstar e influencer della mixology con quasi mezzo milione di follower, volto noto della tv, inserito già nel 2010 – poco più che ventenne – tra i Top10 bartender del mondo e dal 2018 ambassador della Fabbri 1905.

GIURIA GUSTO

Presidente: Cinzia Ferro. Una delle più titolate Barlady italiane, pluripremiata a livello internazionale, anima dell’Estremadura Caffè di Verbania e, da settembre, bar manager del prestigioso ristorante Piano 35 di Torino affidato allo stellato Marco Sacco. Ha conquistato per prima il titolo di Lady Amarena nel 2015 con il suo cocktail “E raccontò… come Amare Nanà” dedicato alla storia d’amore dei suoi bisnonni.

(in ordine alfabetico)

Silvia Belluzzi. Imprenditrice della ristorazione, CEO del Fourghetti, format e brand da lei ideato e avviato insieme allo chef stellato Bruno Barbieri. Da Bologna il progetto Fourghetti – marchio nato dall’idea di convivialità dei famosi “quattro (four) spa(ghetti) tra amici” – si è sviluppato in altre città italiane e si appresta ad approdare a Miami con l’idea di proporre una cucina adatta a tutti con lo spirito di un bistrot.

Nicole Cavazzuti. Giornalista specializzata nel raccontare l’universo della mixology internazionale. Ne scrive da vera appassionata su Leggo, Il Messaggero e Vanity Fair.it dove troviamo puntualmente i suoi reportage che raccontano di nuovi locali, bartender e cocktail di tendenza.  Inoltre, è una colonna della rivista Mixer con cui collabora da ben 12 anni e che rappresenta in giuria Lady Amarena 2019.

Valentina Crucil «laragazzachebeve». Influencer ed esperta del mondo della mixology. Laurea in marketing e Master in Social Media & Digital Communication, sul suo sito e sui social coinvolge il lettore in avvincenti storie di cultura specifica sul settore, tra prodotti, cocktail e bar facendo scoprire le novità più interessanti del panorama italiano.

Rossella De Stefano. Giornalista professionista, wine master, è direttore responsabile di Bargiornale, Dolcegiornale e Ristoranti, riviste edite dal Gruppo Tecniche Nuove. Da 25 anni studia e osserva le dinamiche del fuori casa in Italia e all’estero. Giudice in concorsi di miscelazione e di cucina nazionali e internazionali, affianca all’attività giornalistica quella di organizzatrice di eventi di riferimento per il settore.

Sandra Ianni. Esperta di cultura dell’alimentazione e delle tradizioni enogastronomiche, collabora con diverse testate online per cui scrive articoli incentrati sulla cultura del cibo. Nel 2018 pubblica “Alla corte di donna Isabella de’ Medici Orsini” in cui scopriamo molte delle abitudini alimentari del XVI secolo.

Jessie Smyth.  Barlady di fama internazionale, inizia la sua carriera a San Francisco con creativi drink “farm to table” a base di verdure di stagione, drink creativi pluripremiati. Rappresenta il suo Paese nelle principali competizioni internazionali conquistando sempre le prime posizioni e i suoi cocktail sono pubblicati su Imbibe, GQ, Forbes e Wine Enthusiast. Ora Jessie è la Barlady del Genever, una sala cocktail storica di Los Angeles ed è orgogliosa di sostenere le donne in tutte le sfaccettature dell’industria del beverage.

GIURIA TECNICA

Fenia Athanasiadi. Lady Amarena 2017 ha origini greche. Quell’edizione Fenia la vinse con un cocktail chiamato “Cuore Caldo”: un omaggio alla passione e alla generosità di Rachele Fabbri, che oltre cento anni fa “inventò” la ricetta delle Amarena Fabbri commercializzata dal marito Gennaro Fabbri: l’inizio di una leggenda.

Ilaria Bello.  Oggi la troviamo al TALEA bistrot drink bar di Torvaianica (RM) dove è Bar manager e a rappresentare Fabbri 1905 in qualità di local brand ambassador.  Nel 2018 si è qualificata tra le finaliste di Lady Amarena con un cocktail che vuole celebrare le eccellenze made in Italy chiamato “L’odore del mondo”.

Andriani Vladimirou. Lady Amarena 2018. Viene da Cipro questa intraprendente Barlady che si è affacciata al mondo della mixology nel 2012 per pagarsi gli studi e ha scoperto la passione grazie alla quale nel 2018 ha trionfato nel concorso Lady Amarena con il cocktail Rumarena con cui ha voluto omaggiare la cultura e la storia italiane.

Finale Global 16/10

Conduce Bruno Vanzan

Campione mondiale di flair bartending, superstar e influencer della mixology con quasi mezzo milione di follower, volto noto della tv, inserito già nel 2010 – poco più che ventenne – tra i Top10 bartender del mondo e dal 2018 ambassador della Fabbri 1905.

GIURIA GUSTO

Presidente: Lucia Montanelli. Nata a Viareggio, ma londinese di adozione, è una delle più famose Barlady del momento, oggi head bartender del The Bar at The Dorchester di Londra che ospita anche la cucina stellata di Alain Ducasse. Vincitrice nel 2016 del campionato mondiale dei barman, categoria Sparkling Cocktail, e di molti altri trofei internazionali.

(in ordine alfabetico)

Isabelle Abram. Nata a Parigi, vive e lavora come giornalista a Modena. Ha due grandi passioni: la radio, da cui ha iniziato – collabora tuttora con importanti radio locali e nazionali – e il food & beverage. Svolge  servizi giornalistici per EFA News, European Food Agency, la prima agenzia stampa unicamente dedicata all’agroalimentare, segue le principali fiere di settore e i corsi per Barman, Pasticceria, Pizzeria della scuola di cucina Modena con Gusto.

Nicole Cavazzuti.  Giornalista specializzata nel raccontare l’universo della mixology internazionale. Ne scrive da vera appassionata su Leggo, Il Messaggero e Vanity Fair.it dove troviamo puntualmente i suoi reportage che raccontano di nuovi locali, bartender e cocktail di tendenza.  Inoltre, è una colonna della rivista Mixer con cui collabora da ben 12 anni e che rappresenta in giuria Lady Amarena 2019.

Rossella De Stefano. Giornalista professionista, wine master, è direttore responsabile di Bargiornale, Dolcegiornale e Ristoranti, riviste edite dal Gruppo Tecniche Nuove. Da 25 anni studia e osserva le dinamiche del fuori casa in Italia e all’estero. Giudice in concorsi di miscelazione e di cucina nazionali e internazionali, affianca all’attività giornalistica quella di organizzatrice di eventi di riferimento per il settore.

Sandrae Lawrence. E’ stata per anni una firma di The Daily Telegraph raccontando lifestyle, moda e beauty. Oggi insieme al marito ha fondato e cura “The Cocktail Lovers” magazine dedicato al mondo dei cocktail e della mixology che ha ottenuto importanti riconoscimenti nel corso degli anni.  Sandrae si occupa della rivista cartacea, del sito e ed è curatrice di eventi e workshop del settore organizzati dalla testata.

Jessie Smyth.  Barlady di fama internazionale, inizia la sua carriera a San Francisco con creativi drink “farm to table” a base di verdure di stagione, drink creativi pluripremiati. Rappresenta il suo Paese nelle principali competizioni internazionali conquistando sempre le prime posizioni e i suoi cocktail sono pubblicati su Imbibe, GQ, Forbes e Wine Enthusiast. Ora Jessie è la Barlady del Genever, una sala cocktail storica di Los Angeles ed è orgogliosa di sostenere le donne in tutte le sfaccettature dell’industria del beverage.

Antonella Tolomelli. Global Marketing Director Fabbri 1905.

GIURIA TECNICA

Fenia Athanasiadi. Lady Amarena 2017 ha origini greche. Quell’edizione Fenia la vinse con un cocktail chiamato “Cuore Caldo”: un omaggio alla passione e alla generosità di Rachele Fabbri, che oltre cento anni fa “inventò” la ricetta delle Amarena Fabbri commercializzata dal marito Gennaro Fabbri: l’inizio di una leggenda.

Ilaria Bello.  Oggi la troviamo al TALEA bistrot drink bar di Torvaianica (RM) dove è Bar manager e a rappresentare Fabbri 1905 in qualità di local brand ambassador.  Nel 2018 si è qualificata tra le finaliste di Lady Amarena con un cocktail che vuole celebrare le eccellenze made in Italy chiamato “L’odore del mondo”.

Andriani Vladimirou. Lady Amarena 2018. Viene da Cipro questa intraprendente Barlady che si è affacciata al mondo della mixology nel 2012 per pagarsi gli studi e ha scoperto la passione grazie alla quale nel 2018 ha trionfato nel concorso Lady Amarena con il cocktail Rumarena con cui ha voluto omaggiare la cultura e la storia italiane.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
5/5 (1)

Lascia una valutazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here