Home Prodotti Vino & Spumante La fiera diventa virtuale: Cantina Settecani si propone ai suoi referenti esteri...

La fiera diventa virtuale: Cantina Settecani si propone ai suoi referenti esteri con una serie di video

Roberto Cardinale - Cantina Settecani

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

Sono 300.000 le bottiglie della Cantina Settecani vendute all’estero nel 2019, con un aumento considerevole rispetto all’anno precedente, grazie soprattutto al consolidamento del mercato asiatico e statunitense. L’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19 ha costretto ad annullare o rimandare tutte le più importanti manifestazioni fieristiche del settore – come Vinitaly in Italia e Prowein a Düsseldorf.

Nonostante queste differite, lo strutturato progetto di export della Cantina situata nel cuore del Grasparossa, frazione Settecani, che era stato intrapreso già dal 2016, prosegue. Ed è così che, per gli importatori, è nata l’idea di una presentazione virtuale della realtà ai confini delle località modenesi di Castelvetro, Castelnuovo Rangone e Spilamberto, che si propone ai suoi referenti esteri con una serie di video in cui vengono spiegate nel dettaglio, dall’Export Manager Roberto Cardinale, le caratteristiche e le peculiarità di una selezione di 6 dei suoi vini più esportati. 

Settecani gode già di un’ottima visibilità all’estero, anche grazie a Premi nazionali e internazionali come lo Champagne and Sparkling World Championship (Medaglia d’oro e Best in Class), il Sakura in Giappone (Miglior acquisto frizzante e medaglia d’oro) e Vinitaly (Miglior vino frizzante con 94/100 punti). Sono infatti ben 23 i mercati esteri in cui si trovano le bottiglie della Cantina, con un export in cui Giappone e Stati Uniti incidono maggiormente, ma ottimi risultati si stanno avendo anche in Norvegia, Repubblica Ceca, Germania, Francia, Cina e Taiwan.

Abbiamo cercato il modo per ridurre l’impatto economico sui mercati internazionali dovuto alla situazione di emergenza che stiamo vivendo – spiega Fabrizio Amorotti, responsabile commerciale della Cantina Settecani Gli effetti della recessione dovuta al Covid-19 si vedranno nei prossimi mesi, ma abbiamo valutato di proseguire la nostra strategia commerciale all’estero – in un progetto strutturato nato già quattro anni fa con l’apertura di un ufficio export dedicato – sfruttando, grazie a questi video, le potenzialità della tecnologia”.

“Grazie a questi approfondimenti virtuali dedicati alla selezione di vini più esportati e alla nostra realtà aziendale e territoriale – prosegue l’export manager Roberto CardinaleCantina Settecani potrà comunque avere visibilità in tutto il mondo, dalla Cina agli Stati Uniti. Si tratta di strumenti utili non solo per una presentazione con importatori e potenziali clienti, ma anche per sensibilizzare maggiormente chi già distribuisce i nostri prodotti, dando loro in mano un modo per comunicare in maniera ancora più efficace i nostri vini”.

Un potentissimo strumento commerciale quindi che, tramite la serie di video disponibili sul sito – al link: https://www.cantinasettecani.it/video.jsp – può consentire a buyers e clienti di conoscere direttamente la Cantina – con la sua storia e filosofia – e i suoi vini di maggior successo all’estero.

 

Cantina Settecani di Castelvetro
Erano appena 48 gli agricoltori che fondarono la Cantina Settecani nel 1923, oggi sono 200. Un percorso condiviso, che ha connotato nel corso di alcuni decenni l’operato virtuoso di una cantina nel cuore del Grasparossa, posta nella frazione di Settecani, ai confini delle località modenesi di Castelvetro, Castelnuovo Rangone e Spilamberto. Lo spirito è quello di una grande famiglia fatta di famiglie, una realtà imprenditoriale dove le decisioni si prendono insieme, e mentre si guarda all’anno appena trascorso e si tracciano i primi bilanci, si ricordano gli importanti traguardi raggiunti. Anni di consolidamento, ma anche di penetrazione in nuovi mercati, compresi quelli esteri, hanno portato a conseguire risultati eccellenti e importanti riconoscimenti. Un patrimonio che permette a Cantina Settecani di proporre, a un consumatore finale sempre più esigente e in continua evoluzione, vini con elevati standard qualitativi mantenendo un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Print Friendly, PDF & Email
Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: