Home Alimenti & Ingredienti Formaggi, Latte, Latticini & Caseari La burrata è la più amata all’estero. Caseificio Palazzo rivela i suoi...

La burrata è la più amata all’estero. Caseificio Palazzo rivela i suoi dati

Il formaggio pugliese per eccellenza, la burrata, è il più amato dai foodies stranieri: richiestissima sul mercato internazionale.

La cucina Made in Italy, con i suoi ingredienti e le sue ricette, resta la più ricercata negli acquisti dei palati gourmand stranieri e, fra questi, il formaggio fresco a pasta filata più famoso della Puglia, la burrata, conferma il suo primato. Staccando di gran lunga la domanda di mozzarella e di caciocavallo, oltre il 90% del fatturato export di Caseificio Palazzo nel 2019 proviene dalle vendite della burrata a marchio Murgella, premiata con una Medaglia d’Oro al World Cheese Awards 2010.

Nel mercato internazionale Caseificio Palazzo esporta in 27 paesi, soprattutto in Europa e, a seguire, in Medio Oriente, Estremo Oriente, Canada e Centro-Sud America. Dall’analisi dei trend di consumo emerge che il più richiesto è il prodotto nella sua versione classica, preparato secondo la ricetta tradizionale, nonostante siano in molti a prediligere la variante al tartufo e quella affumicata, pensate per valorizzare il consumo di questo formaggio fresco in ogni stagione e per tutti i palati.

Il segreto di una buona burrata sta nella stracciatella, come spiega Claudia Palazzo, amministratore Delegato di Caseificio Palazzo: “La stracciatella è il cuore della burrata e la sua parte più importante. Va preparata a regola d’arte, come la tradizione pugliese insegna. Lo sfilaccio di mozzarella che compone la stracciatella deve saper trattenere la panna – come avviene tra la pasta rigata e il sugo di pomodoro – all’interno di un ripieno cremoso che si tiene al taglio della burrata. Una panna UHT densa ma leggera si unisce poi allo sfilaccio, per dare origine a una farcitura morbida e gradevole al palato. La stracciatella può essere consumata da sola o racchiusa in un sacchetto sottile di pasta filata per ottenere la burrata”.

Fiore all’occhiello della produzione di Caseificio Palazzo e simbolo di una cultura gastronomica territoriale, la burrata è un formaggio fresco a pasta filata riempito con una cremosa farcitura a base di pasta di mozzarella e panna, detta stracciatella. Oltre alla bontà del latte 100% italiano, a caratterizzare la lavorazione dell’azienda di Putignano fin dal 1957 è l’artigianalità del metodo tradizionale di acidificazione del latte, conosciuto come siero innesto. Il siero innesto consente la coagulazione del latte senza l’aggiunta di acidi organici (solitamente citrico o lattico), ma attraverso l’utilizzo del siero del latte, ottenuto quotidianamente durante il naturale processo di lavorazione del formaggio. È ricco di una popolazione naturale di batteri lattici la cui formazione, che varia da giorno in giorno, deriva dalla composizione microbica del latte di partenza che gli dona profumi e sentori autentici. Il suo utilizzo, che sfrutta il medesimo principio dell’impiego del lievito madre nella panificazione, trasferisce nei formaggi gli aromi delle zone di allevamento delle vacche, ovvero della Murgia.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Print Friendly, PDF & Email
    Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

    Condividi su: